Lunedì, 14 Giugno 2021
Eventi

“Porto aperto”: un'occasione unica per conoscere da vicino lo scalo dorico

La due giorni di venerdì e sabato al Ridotto del Teatro delle Muse prevede l'organizzazione di seminari ed altre attività per la presentazione delle diverse professionalità impegnate nella movimentazione delle merci, carico e scarico

Rodolfo Giampieri

"Ripensiamo insieme alle opportunità che il porto già dà e potrà in futuro dare alla nostra città" ricordando che "il porto è il cuore produttivo di Ancona". Così Rodolfo Giampieri prima ed Ida Simonella poi, hanno sintetizzato la mission dell'evento "Porto Aperto", due giorni di presentazione alla città ed in particolare alle scuole ed agli studenti, del porto di Ancona e di chi vi lavora. Il Porto di Ancona è la 1' azienda marchigiana per addetti e fatturato, fra eccellenze imprenditoriali e job opportunity. Ogni giorno più di 3.000 persone raggiungono l'area portuale per lavorare operando in decine di aziende nei differenti settori. Il commissario straordinario e l'assessore comunale al Porto hanno partecipato alla conferenza stampa di presentazione dell'evento organizzato dall'Autorità Portuale di Ancona nell'ambito del progetto europeo Intermodadria, finanziato con i fondi dell'Adriatic Ipa 2007-2013, di cui è partner. All'incontro con la stampa sono intervenuti anche Patrizia Cuppini, Dirigente Istituto Volterra-Elia e Gianluca Fenucci, Presidente Fondazione ITS Recanati-Ancona che hanno sottolineato la sinergia in atto con l'Autorità Portuale di Ancona e l'utilità dell'evento anche per i giovani che nell'intero sistema della portualità possono trovare importanti opportunità occupazionali. Il calendario completo delle iniziative è stato presentato dal segretario generale dell'Autorità Portuale di Ancona Tito Vespasiani.

La due giorni di venerdì e sabato prossimi al Ridotto del Teatro delle Muse, infatti, prevede l'organizzazione di seminari ed altre attività per la presentazione delle diverse professionalità impegnate nella movimentazione delle merci, carico e scarico.

"All'interno dei seminari, - ha aggiunto Giampieri - le imprese portuali ed i soggetti che operano nel porto, hanno l'opportunità di presentare la propria attività e i profili professionali richiesti e l'aspetto particolarmente positivo è stata la partecipazione entusiastica delle aziende e degli Enti pubblici che hanno intuito la bontà dell'iniziativa contribuendo a renderla un'occasione eccezionale per dimostrare che la portualità può e deve unirsi di più alla città". A conferma di tutto ciò durante le due giornate saranno allestiti dei desk per la distribuzione di materiale informativo e per realizzare incontri "one to one" con gli studenti ed i cittadini interessati.

In porto sono rappresentate una moltitudine di operatività, professionalità e maestranze: dai metalmeccanici agli operatori su mezzi a terra e a mare, da chi si occupa di architettura e design agli ingegneri nei nostri cantieri d'eccellenza, senza dimenticare le attività che contraddistinguono la nostra storia economica e sociale; il trasporto merci e passeggeri e, ultima, ma importantissima, la pesca, che da sempre riveste un'importante funzione economica. Inoltre tutte le forze armate e quelle di polizia operanti all'interno del porto, garantiscono la sicurezza e l'incolumità di passeggeri e di tutti i lavoratori che gravitano nell'area. Importantissimi sono anche i contributi degli enti come le Dogane, gli uffici di Sanità Marittima, dei posti d'ispezione frontaliere e del Corpo Forestale dello Stato, anche loro di grande utilità nella gestione complessiva dal porto.

Il porto va immaginato come una squadra all'interno della quale ognuno svolge il proprio ruolo, a volte poco visibile, ma ugualmente importante, al fine di raggiungere gli obiettivi comuni. Sono attraverso iniziative come "Porto Aperto" che i cittadini possono avere la possibilità di conoscere e comprendere le peculiarità dello scalo e sostenere gli operatori nello sviluppo di quella che può definirsi la prima azienda marchigiana per addetti e fatturato.

Presentati anche gli eventi che sabato pomeriggio concluderanno l'iniziativa a partire dalla possibilità per il pubblico di avere a disposizione un bus-navetta dalle 15.00 alle 18.00 per la visita al Porto Storico ed all'Esposizione di Mezzi Nautici, e per la visita alla Darsena Marche. Alle 16.30, poi, presso la Sala ADM, AulaDelMare, ci sarà la presentazione del volume degli Atti del convegno sul giurista ed economista dorico Benvenuto Stracca tenutosi nel Febbraio 2013 ad Ancona dal titolo Benvenuto Stracca "Ex antiquitate renascor" - Ancona 2013, Gabbiano Editore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Porto aperto”: un'occasione unica per conoscere da vicino lo scalo dorico

AnconaToday è in caricamento