Torna Picciafuoco, al via il (micro)festival di burattini

Quattro burattinai professionisti monteranno alla Mole Vanvitelliana la loro baracca e i loro burattini, emozionando e meravigliando con i loro spettacoli grandi e piccoli

A grande richiesta di bambini e famiglie torna ad Ancona, dopo il successo della prima edizione, Picciafuoco (micro)Festival di burattini, diretto e organizzato dal burattinaioVincenzo Di Maio di Teatrino Pellidò in collaborazione con l’associazione Nie Wiem e con il contributo degli Assessorati alla Partecipazione democratica e alle Politiche Educative del Comune di Ancona e del Museo Tattile Statale Omero.

Sabato 28 e domenica 29 aprile, dalle ore 16 alle 19, quattro burattinai professionisti monteranno alla Mole Vanvitelliana la loro baracca e i loro burattini, emozionando e meravigliando con i loro spettacoli grandi e piccoli. In programma sabato gli spettacoli di burattini Cervelli di Plastica di Teatrino Pellidò di Ancona (ore 16,30) e Insalata di riso del Teatrino di carta di Bologna (ore 18); domenica Michelina la strega del Teatrino dello sguardo di Modena (ore16.30) e Crepi l’avarizia della Compagnia Nasinsù di Bologna (ore 18.00). In contemporanea sarà visitabile negli spazi del Museo Omero la mostra “Testa di legno” (ore 16 – 19) che esporrà i lavori di Brina Babini, una delle più brave scultrici di burattini d’Italia: in mostra teatrini della tradizione italiana e i personaggi di Lupin e della banda del Passatore. Sarà possibile inoltre ammirare la burattinaia al lavoro mentre scolpisce da un cubo di legno una testa di burattino.

Due giorni con l’antico teatro dei burattini che riesce a parlare a tutte le generazioni: un linguaggio senza tempo e in continua evoluzione da almeno cinque secoli. Ingresso libero ali spettacoli e alla mostra. In caso di maltempo sala coperta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

  • Le Marche dicono no al 5G, approvata la mozione dei Verdi: «Rischi per l'uomo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento