Martedì, 21 Settembre 2021
Eventi Senigallia

Pastasciutta antifascista: l'incontro per ricordare la famiglia Cervi

L’Anpi, in qualità di organizzatore, ha confermato solo 120 posti per via delle restrizioni sanitarie dovute alla pandemia

Pastasciutta antifascista

Si è svolta domenica 25 luglio 2021 la tradizionale Pastasciutta Antifascista per ricordare la famiglia Cervi che il 25 luglio 1943, alla notizia della caduta di Mussolini, volle festeggiare pubblicamente l’evento preparando chili di pasta da distribuire agli abitanti del paese di Campegine.


La manifestazione, allestita in Via Oberdan, ha visto la partecipazione di numerose persone. «L’Anpi - si legge nella nota - in qualità di organizzatore, ha confermato solo 120 posti per via delle restrizioni sanitarie dovute alla pandemia, e ha dovuto respingere altrettante persone che avrebbero voluto partecipare alla festa per dare un forte segnale di aderenza all’antifascismo». La serata è stata movimentata dal trio vocale e musicale, che si è esibito nelle più belle canzoni partigiane e di repertorio. «Assente il Sindaco, che era stato invitato per l’occasione, il Vice Sindaco ha portato i saluti dell’Amministrazione, lasciando poco dopo la manifestazione.
Sono state lette alcune poesie e un brano dal libro di Marco Marconi “Ombrelloni e rifugi antiaerei” . L’intervento più seguito è stato quello del Presidente Leonardo Giacomini, che ha rievocato il periodo storico del luglio 1943 dove imperava la fame, c’era il razionamento, ma c’era anche una grande voglia di uscire dall’incubo fascista, un moto spontaneo di “riprendersi la piazza”, di fare festa prima dell’8 settembre, dell’occupazione tedesca, della Repubblica di Salò».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pastasciutta antifascista: l'incontro per ricordare la famiglia Cervi

AnconaToday è in caricamento