Paragoghè: su Rai 5 il docu-film basato sullo spettacolo nel tribunale di Ancona

Lo scorso anno andò in scena in occasione dell'anniversario della strage di Capaci. Ora il film di Angelo Loy lo racconta sul piccolo schermo

Il 23 maggio alle 22 su Rai 5 va in onda il documentario di Angelo Loy basato sullo spettacolo Paragoghè, rappresentato all’interno del Tribunale di Ancona lo scorso anno. Lo spettacolo è stato messo in scena il 24 e 25 maggio 2019, anniversario della strage di Capaci. Nella corte di un Tribunale, per la prima volta in Italia, è stato allestito uno spazio scenico con una platea di circa 300 posti. L'operazione, unica nel suo genere, è stata curata di Marche Teatro.

 Così le parole del Presidente del Tribunale di Ancona Giovanni Spinosa: «il film ricorda la sfida di chi ha voluto denunciare, all’interno di un Palazzo di Giustizia, i tragici errori, con cui, proprio in analoghi palazzi, veniva negato al popolo italiano il diritto alla sua storia». Velia Papa, direttore di Marche Teatro dichiara: «Con Angelo Loy e Marco Baliani abbiamo pensato di riprendere lo spettacolo, dall’inizio delle prove fino all’emozionante debutto, per realizzare un documento che potesse testimoniare l’eccezionale evento teatrale allestito all’interno del Tribunale di Ancona in occasione di  un anniversario così importante come i 25 anni dalla strage di Capaci. L’interessamento di Rai5 e la messa in onda proprio il 23 maggio 2020, ci fa molto piacere perché testimonia la piena riuscita del progetto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento