Opera H: riprende in modalità Covid Free il progetto teatrale

Gli incontri riprendono dal vivo e in modalità “covid free” presso la sede di Nuovo Spazio Studio Danza

I partecipanti del progetto Opera H

JESI - Il 13 giugno riparte a Jesi, dal vivo, il laboratorio di teatralità Opera H per utenti dei servizi socio sanitari della città. «Dopo la modalità “smart” - si legge nel comunicato - con i partecipanti al lavoro da casa tramite la piattaforma Zoom, riprendono finalmente ad incontrarsi dal vivo e a fare teatro insieme i disabili di “OperaH”, il progetto di inclusione sociale della Fondazione Pergolesi Spontini che mette in relazione il melodramma con il sociale per costruire percorsi di integrazione e di benessere».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sospesi gli incontri settimanali ad inizio marzo a causa del lockdown, gli incontri sono stati ripresi “virtualmente” e a distanza utilizzando pc e smartphone dal 16 maggio, e da sabato 13 giugno riprendono dal vivo e in modalità “covid free” presso la sede di Nuovo Spazio Studio Danza nel rispetto di tutte le indicazioni di sicurezza anticontagio. Il progetto coinvolge un gruppo di 14 utenti individuati sulla base delle indicazioni delle strutture sanitarie e di assistenza coinvolte: obiettivo è la promozione del benessere e della salute facendo sperimentare il valore emozionale e socializzante dell’arte del teatro e della danza. «Siamo pronti per ritrovarci e sperimentare l’incontro, finalmente dopo questo periodo in modalità online!”, dice il regista Simone Guerro. “È stata una grande sfida - dicono gli organizzatori - riuscire a coinvolgere quasi tutti i partecipanti, e grazie alla loro grande forza di volontà, all’aiuto delle famiglie, degli educatori e degli operatori ce l’abbiamo fatta. Siamo riusciti a collegarci tutti. Abbiamo lavorato sia sul teatro e sulla danza con i video, piccole cose che hanno mantenuto il gruppo unito e pieno di entusiasmo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento