Mostre Centro storico

Hanging: all'Arco Amoroso la mostra "sospesa" tra arte e artigianato

Fino all'8 gennaio, arte e artigianato della Provincia di Ancona si fondono in una mostra pensile dove "piovono" le eccellenze locali, in un concerto e in un'installazione di photo-poetry

Le opere d'artigianato artistico in mostra all'Arco Amoroso

Pezzi d’artigianato  tipico della Provincia di Ancona, ma anche vere e proprie opere d’arte del tessile, della ceramica, dell'oreficeria o della decorazione. Sono quelle esposte  a “pioggia” fino all’8 gennaio all’arco Amoroso, in piazza del Plebiscito ad Ancona, nell’ambito della mostra pensile di artigianato artistico 1M – Hanging”,  una mostra suggestiva, originale e particolare nell’allestimento, che si guarda con il naso e gli occhi puntati all’insù: le opere appese "piovono" sul visitatore che si aggira per gli spazi della mostra curiosando e schivandole. “Un allestimento unico nel suo genere, che esce da ogni schema consolidato - ha dichiarato Romana Mataloni, responsabile provinciale Cna Artistico e Tradizionale -  in cui l’opera si fonde con il luogo ospitante, un allestimento che è esso stesso opera d’arte”. 

Ma, allestimento a parte, le vere protagoniste di “1M Hanging” sono loro, i pezzi d’artigianato artistico creati dalle 24 “storiche” botteghe artigiane della Provincia di Ancona, dotatesi recentemente del marchio “1M Marche Eccellenza Artigiana”, lanciato dalla Regione Marche per riconoscere e garantire un’identità collettiva alle circa 2250 botteghe d’artigianato artistico marchigiane. “La mostra –ha dichiarato la Mataloni – rientra infatti nell’ambito di un più ampio progetto, promosso da CNA e Confartigianato di Ancona e Regione Marche, volto a valorizzare la tradizione dell'artigianato artistico locale, parte della nostra cultura e della nostra identità collettiva, e a integrarla in strategie di marketing territoriale".

"Di qui l'idea di coinvolgere nell'iniziativa una serie di soggetti, a partire dal mondo della scuola - ha dichiarato la Mataloni - per creare ponti tra il mondo dell'arte, dell'artigianato, della scuola  e  del lavoro".  Dopo essere stati coinvolti in una serie di workshop didattici  realizzati da alcune imprese artigiane della provincia di Ancona, i ragazzi del Liceo Artistico E. Mannucci hanno "ricambiato" i loro maestri con un videoreportage che svela i segreti del lavoro  della bottega. La collaborazione tra scuola e impresa continuerà inoltre con degli stage, grazie alla disponibilità dei 24 artigiani che espongono i loro gioielli all'Arco Amoroso ad accogliere i ragazzi del Mannucci nelle loro botteghe, a fine anno scolastico.

La chiusura della mostra è prevista per l'8 gennaio. Per l'occasione, alle ore 17 alla Chiesa del Gesù, è stato organizzato un concerto dell'orchestra d’archi dell’Accademia Musicale di Ancona, "un'iniziativa per ribadire ancora il forte legame tra arte, in questo caso la musica e l'artigianato", ha commentato Romana Mataloni. 

Ma non solo. La valorizzazione dell'artigianato coinvolge infine anche la fotografia e la poesia, grazie ad un'istallazione urbana composta da 8 mega poster con cui son  stati tappezzati i 130 metri quadri del cantiere dell'ex cinema Metropolitan di Corso Garibaldi. Nei pannelli, oltre alle foto che ritraggono le mani degli artigiani al lavoro, anche delle frasi poetiche che ne raccontano la storia e la vita artistica.  "Mani d'umani" è il titolo del progetto di photo-poetry, "un modo - ha dichiarato la Mataloni- per  rendere omaggio al patrimonio umano  e culturale dell'artigianato artistico locale".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hanging: all'Arco Amoroso la mostra "sospesa" tra arte e artigianato

AnconaToday è in caricamento