Corso Garibaldi: la storia automobilistica italiana in una mostra d'auto d'epoca

E' quanto hanno potuto vedere tutti coloro che domenica mattina si sono recati nel centro di Ancona, dove si sono accesi i motori di una mostra d'auto d'epoca. Evento inserito nei 2400 anni del capoluogo

A scendere da piazza Cavour fino al porto si percepisce proprio il passaggio storico vissuto dall’automobile in Italia. Non tanto l’auto prima dell’era dell’elettronica (di per sé un passaggio cruciale), quanto l’auto come simbolo di uno status sociale medio-borghese che, nel dopoguerra, ha simboleggiato l’invettiva di chi ha fatto fortuna con le proprie idee nel periodo del boom economico.

Tutto questo oggi ha rivissuto nel centro anconetano con la “sfilata” di Porsche dagli anni ’60 ad oggi in piazza Cavour. Ma soprattutto con la mostra d’auto d’epoca organizzata dal Club Auto Moto d’Epoca di Ancona, in collaborazione con la Scuderia Motori storici di Bologna. Auto stupende come la Ferrari Gts Turbo Pinin Farina, Maserati Ghibli SS, Alfa Romeo Duetto Spyder, il Maggiolino della Volkswagen, la Fiat 1400 cabrio. Fino ad arrivare alle prime auto della storia quali la Alfa Romeo 1900 cabrio Pinin Farina e la Lancia Aurelia B24s.

“Ci sono 11 equipaggi e 36 vetture – ha detto Franco Casamassima, presidente del club Auto e moto storiche dorico – Abbiamo le prime quattro auto storiche e ci sono alcuni modelli di straordinaria importanza come l’Alfa 1900 rossa o l’Aurelia B24 che è tra le più ricercate in tutto il mondo. In questa mostra, che richiama tempi lontani,  vediamo l’estro italiano e tutti i frutti dell’impegno del design del nostro paese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento