Mercoledì, 23 Giugno 2021
Eventi

Morire di mafia: gli studenti dialogano con i curatori del libro "Cosa vostra"

L'iniziativa è della Biblioteca comunale “Benincasa” e della Biblioteca ragazzi

A pochi giorni dalle celebrazioni a Palermo del XXIX anniversario della strage di Capaci, che si sono svolte  alla presenza del capo dello Stato (che senza mezzi termini ha dichiarato“ O si è contro la mafia oppure si è complici”),  Ancona si appresta a dare vita ad una iniziativa su mafia, legalità e memoria che vede coinvolti gli istituti scolastici del territorio in diretta con autori e conoscitori della realtà della mafia,  a cura della Biblioteca comunale e della Biblioteca Ragazzi (“Il Maggio dei libri nel mese della legalità”).   

La “Giornata Bill Ancona* (Biblioteca della Legalità)- Morire di Mafia, la memoria non si cancella” si terrà  domani, giovedì 27 maggio  dalle ore 10,00 alle ore 12,00:  l’evento online è organzzato in collegamento con gli istituti scolastici di secondo grado di Ancona e della provincia e prende spunto dalla pubblicazione  "Morire di Mafia",  il primo volume di un progetto complessivo a cura dell'associazione “Cosa Vostra” cui collaborano studenti e laureati di tutta Italia, che vuole unire più generazioni e dare voce alle vittime delle mafie (oltre 200 nel libro), anche quelle sconosciute e dimenticate e ai loro familiari. La prima parte della mattinata sarà dedicata alla presentazione dei curatori  Francesco Trotta e Alessia Pacini;  la seconda (dalle ore 11,00) al dibattito con gli studenti.
Introduce Chiara Pinton, segretaria nazionale BILL;  modera la giornalista dell’Ufficio Stampa del Comune di Ancona, Federica Zandri) 

La Giornata della Biblioteca della Legalità si inserisce nella undicesima edizione di “Il Maggio dei Libri”, la campagna nazionale di promozione della lettura promossa dal Centro per il libro e la lettura e dal Ministero per i Beni Culturali, che invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, organizzando iniziative che coinvolgono enti locali, scuole, biblioteche, librerie,festival, editori, associazioni culturali. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morire di mafia: gli studenti dialogano con i curatori del libro "Cosa vostra"

AnconaToday è in caricamento