Teatro del Sentino: in scena "D la principessa Diana e la palpebra di Dio"

Torna in scena, dopo il successo estivo D la principessa Diana e la palpebra di Dio: il primo appuntamento sabato 4 gennaio alle ore 21,00 presso il Teatro del Sentino di Sassoferrato.


Lo spettacolo, scritto da Cesare Catà, racconta l’icona di Diana Spencer nelle sue vicende umane, esistenziali e sociali, dando voce alla sua figura in una sorta di memoriale post-mortem in cui la Principessa, ripensando alla propria vita, narra di sé, dei suoi amori e dolori, dei suoi affetti più cari perduti. Nel ruolo di Lady D. l’attrice e direttore artistico di Bottega Teatro Marche Paola Giorgi, accompagnata in scena da Chiara Orlando, che esegue dal vivo, con la sua tromba jazz, le musiche di scena. Sonia Barbadoro e Giovanni Moschella danno voce alla Regina Elisabetta II e Carlo, Principe del Galles. Le scene e i costumi sono di Stefania Cempini, la regia è di Luigi Moretti. Un prato nero immenso. Ci sono dei tratti in cui si fa più sottile e i morti possono bussare e farsi sentire al di là. Li chiamano “palpebre di Dio”. Lady Diana attraverso una di queste botole ci invita ad ascoltare la sua voce finché riusciremo a sentirla. I figli Henry e William, l’incidente a Parigi, la gabbia d’oro di Kensington Palace, la fragilità di Carlo, le incomprensioni con la Regina, tutto si sussegue in un gioco teatrale alternato tra passato e presente, tra intime confidenze e dialoghi violenti: Carlo e Diana sul comportamento sconveniente per la madre dei figli di un principe e Elisabetta II e Diana sulle leggi eterne non scritte della natura. Mentre racconta di sé, l’immagine di Lady D. si sovrappone a quella di alcune eroine della mitologia classica – Medea, Arianna, Antigone e Artemide – e il testo del monologo si interseca con estratti da Euripide, Ovidio, Sofocle, Seneca. Quello che lo spettacolo restituisce è il ritratto, fiabesco e psicologico a un tempo, di una delle figure di donna più amate, controverse e celebri del Novecento. Un ritratto dal sapore “neo-shakespeariano”, che getta una luce originale e commossa su uno spaccato della recente storia inglese ed europea. Lo spettacolo è prodotto da Bottega Teatro Marche con la partecipazione di MIBACT, Regione Marche e AMAT. I biglietti per lo spettacolo saranno in vendita nei gg 3 e 4 gennaio dalle 17 alle 19 presso il il Botteghino del Teatro (Via Cardinale Oliva). Ingresso 10 euro. Per prenotazioni ed informazioni 338.8565405.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Miracoli metropolitani: Carrozzeria Orfeo protagonista alle Muse

    • dal 29 ottobre al 5 novembre 2020
  • Una notte sbagliata: Marco Baliani in scena alle Muse

    • dal 12 al 19 novembre 2020
    • Teatro dellle Muse

I più visti

  • La street art newyorchese arriva a palazzo Campana: la mostra di Keith Haring

    • dal 23 luglio 2020 al 10 gennaio 2021
    • Palazzo Campana
  • Letizia Battaglia: la grande fotografa in mostra alla Mole

    • dal 23 luglio 2020 al 1 gennaio 2021
    • Mole Vanvitelliana
  • Giuseppe Chiari, suono, parola, azione: la mostra a Palazzo Bisaccioni

    • Gratis
    • dal 27 giugno al 22 novembre 2020
    • Palazzo Bisaccioni
  • Eno-trekking di Halloween: a caccia di spiriti in mezzo al Conero

    • 31 ottobre 2020
    • Monte Conero
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    AnconaToday è in caricamento