Osimo: "La giostra - alla riconquista del libero tempo perduto", campionato cittadino di giochi, lettura e teatro per ragazzi

Un campionato tra classi delle scuole medie, che prevede tre diverse tipologie di prove con relativa classifica a punti, affrontando il tema della scoperta

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Le nuove generazioni, i cosiddetti "nativi digitali", cresciuti dopo la rivoluzione di Internet apprendono, giocano, comunicano, stabiliscono e gestiscono relazioni utilizzando sistemi tecnologici con cui si rapportano sin dai primi anni di vita. Questa immersione tecnologica cambia la relazione che le giovani generazioni intrattengono con il sapere, i coetanei, la famiglia e l'amore.

Il sapere, la conoscenza diventano una merce da fast food, un cibo pronto da consumare in breve tempo e con facilità. Le relazioni dal mondo reale si spostano nell'etere, nello spazio virtuale, creando una realtà parallela che spesso, alla prova dei fatti si rivela diversa, nel migliore dei casi, e, nel peggiore, assolutamente ingannevole.

Il risultato è che il tempo libero dei nostri giovani si riempie fino alla saturazione di rapporti, scambi, apprendimenti virtuali, perdendo di vista il contatto umano, la relazione che è alla base della nostra stessa esistenza.

Proprio per aiutare i nostri ragazzi a scoprire che il divertimento, l'amicizia, il fare gruppo, esistono anche oltre lo schermo di un pc o di un telefonino nasce LA GIOSTRA, un campionato tra classi delle scuole medie, che prevede tre diverse tipologie di prove con relativa classifica a punti, affrontando il tema della scoperta. La gara che prenderà il via nel prossimo mese di febbraio prevede tre sezioni:

GIOCOSAMENTE, in collaborazione con la Torre Nera di Osimo, prevede sfide tra le squadre utilizzando vari giochi da tavola

LIBRALAMENTE le squadre si scontreranno rispondendo a domande sul libro Il giardino segreto di F. H. Burnett

TEATRALMENTE ciascuna squadra dovrà redigere un copione sul tema della scoperta, possibilmente legata ai luoghi, alle storie e alle leggende del proprio territorio ed allestirne la messa in scena. I ragazzi verranno affiancati in questa prova dagli esperti di teatro, Specchi Sonori e Marco Frontalini. La drammatizzazione dei vari lavori sarà valutata da una giuria formata da componenti di Auser Cultura e da esperti teatrali

Al termine delle tre prove verrà stilata una classifica e si decreterà la squadra vincitrice.

Copie del progetto sono già state consegnate ai dirigenti dei tre istituti comprensivi di Osimo e le iscrizioni resteranno aperte fino al 20 dicembre.

Chiediamo agli Insegnanti e ai genitori di accogliere la sfida e di sostenere e divulgare questo progetto con il quale vorremmo raccontare e far vivere ai "nativi digitali"l'esperienza del mondo reale, la bellezza dell'apprendimento, della conoscenza meditata lenta e immaginifica che si ritrova tra le pagine di un libro, la gioia di ritrovarsi a giocare con altre persone senza un joystick in mano, sfidando esseri umani e non un cervello elettronico, l'emozione di rappresentare se stessi e i propri sentimenti recitando, mascherandosi, cantando..... insomma il mondo reale


 

p. Auser Cultura

Rossana Balestra

Torna su
AnconaToday è in caricamento