Turismo, ritorna il “Grand Tour”: alla scoperta dei musei delle Marche

Un viaggio alla scoperta del patrimonio culturale delle Marche in un weekend speciale che unisce due eventi internazionali: la Giornata Internazionale dei Musei e la Notte dei Musei

Un’occasione interessante per scoprire una parte del patrimonio artistico delle Marche e un’opportunità per accrescere lo sviluppo del territorio. E’ quanto può offrire il Grand Tour Musei, iniziativa promossa dall’Assessorato alla Cultura della Regione Marche con il Coordinamento regionale Marche di ICOM Italia e in collaborazione con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche-Mibac, in programma i prossimi 18 e 19 maggio. Grand Tour Musei è un viaggio alla scoperta del patrimonio culturale delle Marche in un weekend speciale che unisce due eventi internazionali: la Giornata Internazionale dei Musei  e la Notte dei Musei.

La GIM rappresenta un momento speciale per la comunità museale globale: in questo giorno i musei partecipanti interpretano un tema che coinvolge tutte le istituzioni culturali; è anche una straordinaria opportunità per i professionisti museali per incontrare i loro pubblici ed evidenziare il ruolo dei musei. La GIM associa un numero di musei sempre più rilevante in tutto il mondo: 32.000 nel 2012, appartenenti a 129 Paesi di cinque continenti.

Il tema affrontato quest’anno è: Musei (Memoria + Creatività) = Sviluppo Sociale, espresso in forma di equazione, e comprende dinamicamente diversi concetti che sono essenziali per definire ciò che è oggi un museo, mettendone in evidenza il carattere universale e la positiva influenza sulla società.

“In questa semplice equazione – ha dichiarato l’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini – è racchiusa tutta la complessità delle funzioni dei musei, dinamici custodi di tesori preziosi dalle grandi potenzialità. Così intesi, i musei si presentano alla comunità con una veste nuova, fedeli alleati nel cammino per il rilancio, lo sviluppo economico e la crescita di un territorio”. “E’ un’occasione – ha aggiunto Marcolini – per ‘spolverare’ i nostri musei aggiornando le possibilità offerte da questi importanti contenitori culturali, ibridandone l’uso e favorendone l’accessibilità”.

L’invito della Regione Marche rivolto alle strutture museali ad aderire all’iniziativa vuole essere da stimolo ad assumere questo nuovo ruolo, anche sviluppando e sfruttando alcune potenzialità proprie dei musei. Ad oggi sono 44 i musei marchigiani che hanno dato la loro adesione. Numerosi gli eventi previsti e le attività collaterali organizzate per un vasto pubblico, compresi alcuni pensati proprio per i bambini e le famiglie.

“I musei – ha spiegato Marcolini – esercitano un peso notevole nell’identità e nella vitalità del loro territorio, contribuendo a promuoverne il passato e a costruirne il futuro. Essi sono inoltre spazi di dialogo tra le generazioni, permettendo di mantenere il rapporto tra una comunità e la sua storia. E sulla forza di questo dialogo intergenerazionale la Regione si è mossa promuovendo ad esempio progetti quali le borse lavoro per giovani laureati e Silver Art che coinvolge e vede la partecipazione attiva di ultra sessantenni opportunamente formati nella realizzazione di specifici interventi di fruizione del patrimonio culturale marchigiano, quali teatri, biblioteche e, appunto, musei”.

I musei sono riusciti in poco tempo a cogliere le opportunità di comunicazione e di mediazione offerte dai nuovi media, proponendo nuove modalità di interazione, che hanno cambiato la loro immagine tradizionale e stanno diventando veri e propri laboratori.

Ricollegandosi alla “Notte dei Musei”, sabato 18 maggio 2013, per il quinto anno l’Italia e le Marche partecipano all'evento insieme con altri musei di tutta Europa, mostrandosi nell'inusuale e seducente veste serale, arricchendo l'offerta con musica, mostre, visite guidate, degustazioni. L’orario di apertura delle strutture può essere prolungato per l’occasione fino alle ore 1:00.

Anche per il Grand Tour Musei, come è stato per Grand Tour Cultura, la Regione Marche metterà a disposizione gli strumenti di promozione di HAPPY MUSEUM, il Festival dei musei delle Marche, evento di marketing museale pensato per dare sostegno e maggiore visibilità ai musei aderenti attraverso la promozione unitaria degli eventi attraverso il portale dei musei www.musei.marche.it, i canali Facebook e Twitter, l’attività di ufficio stampa, campagne affissioni, video che raccontano gli eventi dei musei. L’obiettivo di HAPPY MUSEUM è quello di far conoscere sempre più i preziosi tesori del nostro territorio, la sua storia, le sue attrattive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento