Lunedì, 14 Giugno 2021
Eventi Quartiere Adriatico / Piazza Camillo Benso Cavour

Giornata mondiale del Rifugiato: ecco gli eventi ad Ancona

In piazza lo scrittore Khalid Chaouki, la mostra fotografica (a bordo di un tir), laboratori per bambini e ragazzi, musiche e danze. A partire dalle 20 lo spettacolo "Vite sospese" e il videoclip "Mi allontano"

The European Dream- road to Bruxelles

Una mostra fotografica  allestita a bordo di un tir, uno spettacolo teatrale messo in scena da ragazzi minorenni ospiti di comunità educative, la proiezione di un documentario e videoclip del cantatutore anconetano Fraska,  uno spettacolo di musiche e danze e laboratori creativi per bambini e adolescenti.   Tutto questo in programma in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato che si celebra nel mondo il 20 giugno e che ad Ancona si concentrerà nella giornata di  oggi,  18 giugno, in piazza Cavour a partire dalle ore 18 (in caso si maltempo alle Mole Vanvitelliana).  Tutti invitati, i cittadini, per conoscere da vicino una realtà che è entrata in contatto con forza con la vita di tutti e di fronte alla quale- precisa l'assessore alle Politiche sociali Emma Capogrossi- “non basta commuoversi o inorridirsi”.

La condizione del rifugiato, in fuga da Paesi in stato di guerra o dove sussistono gravi tensioni politiche o dove ancora sono negati i diritti civili, è una delle più dure e delicate: Ancona è entrata a far parte dello SPRAR, il Sistema di protezione per Richiedenti Asili e Rifugiati, composta dalla rete di enti locali e con il prezioso contributo del terzo settore.  Ad Ancona il progetto di accoglienza è attivo dal 2003 , è svolto in collaborazione con ANOLF Marche ed è rivolto sia agli adulti (40 posti distribuiti in 8 appartamenti, con possibile ampliamento a 56)  sia ai minori  (15 posti nella comunità di pronta accoglienza denominata l'Ancora, a Posatora),  gestita direttamente dal Comune di Ancona in collaborazione con la Coos Marche.

“L'Amministrazione si prende carico di queste persone – sottolinea l'assessore-  e l'accompagna passo passo fino all'inclusione sociale”.  Dal GUS, Gruppo Umana Solidarietà, l'invito a non abbandonare i rifigiati al loro destino:  “le Marche sono una delle regioni con maggiori arrivi, data la presenza del porto e in questo momento ci si sta occupando di circa 300 persone.   Le paure degli italiani vanno tenute in considerazione, ma non si può parlare di esodo, non siamo a quei livelli.  Certamente l'Italia- e qui sono tutti d'accordo- non può essere lasciata sola”.

Dopo il saluto delle Autorità e del giornalista e scrittore On. Khalid Chaouki si potrà visitare a bordo di un tir  la mostra fotografica “The European Dream- road to Bruxelles" alla presenza dell'autore Alessandro Penso; quindi girare per i laboratori per bambini e ragazzi e assistere alle musiche  e danze di un gruppo folcloristico nordafricano; quindi seguire a partire dalle 20 allo spettacolo “Vite sospese” di Katia Grossi.  Alle 21,30 verrà proiettato il documentario e videoclip “ MI allontano”  del cantautore anconetano Gianmarco Fraska .

Conduce la manifestazione Massimo Duranti (Gruppo teatrale Recremisi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale del Rifugiato: ecco gli eventi ad Ancona

AnconaToday è in caricamento