rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Eventi Morro d'Alba

Giocattoli antichi, presepi e musica: il programma del borgo per Natale

Sabato 11 dicembre, presso l’Auditorium Santa Teleucania, prenderà il via la mostra “Il Giocattolo antico”

Si accendono le luci natalizie a Morro d’Alba, illuminando di stupore lo sguardo dei bambini e di tenerezza gli adulti che rievocano la propria infanzia. Il Grande Albero in piazza e le luminarie che evidenziano gli originali elementi architettonici, accompagneranno le feste nel borgo. Inizia così uno dei periodi più magici dell’anno anche se ancora segnati dal rispetto delle norme anticovid. Per questo, le attività organizzate saranno più limitate ma ugualmente sentite e rivolte in particolare alle famiglie.

Sabato 11 dicembre, presso l’Auditorium Santa Teleucania, prenderà il via la mostra “Il Giocattolo antico”, a cura del Museo del Giocattolo Antico di Senigallia. Dalla notte dei tempi, i giocattoli hanno accompagnato la storia dell’uomo. Nell’Ottocento, il giocattolo doveva riprodurre ogni aspetto della vita vissuta dagli adulti. A Morro d’Alba, grazie al suggestivo allestimento curato da Gabriele Ogiva, fra cavalli a dondolo, bambole e piccole macchinine d’epoca, il fascino e la bellezza di veri e propri pezzi di antiquariato, alimenteranno la fantasia di bambini e adulti. Completa la collezione anche un presepe degli anni ’20 dello scorso secolo, in gesso, di fattura italiana, composto da circa 100 pezzi. Di proprietà di una famiglia anconetana, era l’attrazione di tutta la via quando veniva allestito. Dimenticato in un baule per circa 80 anni, è stato ritrovato solo da poco. La mostra sarà aperta negli stessi giorni e orari di apertura del Museo Utensilia (sabato e domenica, dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.30) fino a domenica 6 febbraio.

L’inaugurazione si svolgerà alle 18 presso l’Auditorium Santa Teleucania, con la presentazione “Il presepe e il giocattolo nella storia” a cura della Dott.ssa Elena Turchi. Seguirà un brindisi con i vini del territorio.

Sempre sabato, comincerà ufficialmente la tradizionale mostra dei Piccoli presepi e Alberi di Natale, presso il Museo Utensilia, nei sotterranei del castello. Associazioni, artigiani e i bambini della scuola dell’infanzia hanno scelto di partecipare per dare il loro contributo alla storica esposizione che rimarrà aperta fino a gennaio, ogni sabato e domenica, la mattina dalle 10 alle 12 e nel pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30. La mostra che verrà ufficialmente inaugurata sabato 11 dicembre, è anche un concorso dove i presepi vincitori saranno scelti dai visitatori e fra i votanti verranno estratti a sorte due premiati. Il Museo, conserva anche una collezione ragionata di strumenti della cultura mezzadrile e una mostra permanete delle opere del Maestro della fotografia Mario Giacomelli, che arricchiscono l’esposizione. I bambini, oltre alla visita ai presepi, potranno cimentarsi nel laboratorio “Caccia all’oggetto nascosto”, per conoscere la collezione divertendosi.

Il borgo vivrà il periodo del Natale fra passeggiate musicali, lungo il camminamento di ronda e attività di laboratorio e letture per bambini e famiglie, presso la biblioteca comunale, per concludere le feste con il Concerto della Banda cittadina e la Caccia al tesoro della Befana presso il Museo Utensilia, il 6 gennaio. Per questo ultimo evento i posti saranno limitati e su prenotazione al 328 5487491 (Assessorato Cultura e Turismo). Per l’ingresso al museo e alla biblioteca, alla mostra e al convegno, è necessario avere il green pass base. Le mostre e gli allestimenti sono realizzati in collaborazione con l’Associazione “Insieme si può fare”, l’albero in piazza è stato sponsorizzato dall’associazione “Pro Morro” e il costo delle luminarie è supportato dagli esercenti del territorio. Il fascino di Morro d’Alba, i suoi scorci medioevali, uniti alla musica e le degustazioni in cantina, rendono il piccolo borgo marchigiano, patria del vino Lacrima, una meta suggestiva da raggiungere anche in dicembre. Il Camminamento di ronda, dal quale si può ammirare la campagna marchigiana vestita d’inverno, è una tappa irrinunciabile, anche per i bambini che potranno trovare l’ufficio postale di Babbo Natale per imbucare la loro lettrina e la Casetta della Befana, dove tutta la famiglia potrà dedicarsi un tenero scatto ricordo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giocattoli antichi, presepi e musica: il programma del borgo per Natale

AnconaToday è in caricamento