Il Museo Tattile Statale Omero sempre aperto sul sito e sui canali social

E’ dal 9 marzo che il Museo Omero è quotidianamente presente sul sito e suoi canali social con l'hashtag #iorestoacasa #laculturanonsiferma

foto di repertorio

ANCONA - ll Museo Tattile Statale Omero ha aderito da subito alla campagna "La cultura non si ferma", promossa dal ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo con lo scopo di aggregare e far crescere l'offerta del patrimonio culturale fruibile da casa.

E’ dal 9 marzo che il Museo Omero è quotidianamente presente sul sito e suoi canali social con l'hashtag #iorestoacasa #laculturanonsiferma. Sui profili Facebook, Twitter e Instagram ogni giorno un post presenta in modo originale alcune opere della collezione: sia sculture originali di artisti del ‘900 e contemporanei, sia copie di capolavori classici. Poesie, citazioni, stralci di interviste, approfondimenti accompagno le immagini. In altri post vengono raccontate le collaborazioni in atto con i principali partner stranieri e le produzioni più recenti del nostro laboratorio tiflodidattico.

Ecco gli appuntamenti fissi sui social: il sabato è dedicato alla Musica con la presentazione di una nuova playlist pensata dallo staff sul canale Spotify: al momento ci sono tre tracce, dedicate alla nostra collezione, alla lirica e al tema della Notte. Il rapporto del Museo con la musica non è casuale vista l’attività di organizzazione concerti e la presenza nel nostro Dipartimento educazione anche di un servizio musicale. La domenica è dedicata alle famiglie come quando la collezione era aperta al pubblico: ogni domenica attraverso video giocosi viene presentato un artista della nostra collezione come pretesto per suggerire un’attività da svolgere a casa con i genitori: ad oggi sono tre  “Facce d'artista" dedicato a Roberto Papini e "Linda e il solletico" dedicato a Valeriano Trubbiani “Cieli d’argilla” per Paolo Annibali. Da mercoledì 7 aprile parte la rubrica “La libreria dei piccoli”, uno spazio virtuale per i più piccoli con video letture di una poesia, una filastrocca, un brano sui temi cari al Museo come i sensi, le mani, il fare, l'arte.

Il giovedì, dal 2 aprile, è dedicato all’iniziativa "Toccare l'Arte alla Radio" realizzata in collaborazione con Slash Radio Web, la radio ufficiale dell'Unione Ciechi ed Ipovedenti italiana. Si tratta di lezioni di Arte di trenta minuti, a cura dello staff del Museo Omero e dedicate a tutti, con particolare attenzione alle descrizioni delle opere per rendere la comunicazione pienamente accessibile. L’appuntamento è sempre alle ore 15.30. Dopo il primo, dedicato a Filippo Tommaso e l’arte tattile i prossimi riguarderanno “Il Surrealismo e la rivincita dei sensi” a cura di Annalisa Trasatti (9 aprile), “In giro per Musei” con Aldo Grassini  (16 aprile) “Loreno Sguanci: mani sensibili che generano emozioni” Andrea Socrati, (23 aprile).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento