Eventi Posatora

Posatora: chiude il parco dei dinosauri, 16mila visite in due mesi

Nel dettaglio il parco è stato visitato da 7.800 persone nel mese di marzo, con il record di 2.230 persone il secondo giorno di apertura, il 2 marzo, e da 8.300 persone ad aprile. Molte le scolaresche

Più di sedicimila persone hanno visitato il World of dinosaurs, l’esposizione tematica  che, dopo due mesi, ha chiuso i battenti domenica scorsa al Parco “Eraclio Fiorani” di Posatora. Il mondo dei dinosauri è stato organizzato dall’agenzia austriaca Wonderworld entertainment in collaborazione con i settori Attività culturali – Turismo e Ambiente del Comune di Ancona.

"Il grande successo di pubblico dell’esposizione conforta la scelta dell’Amministrazione comunale – scrive Palazzo del Popolo – che, con il parco, si era prefissata anche altri due obiettivi: valorizzare lo spazio verde antistante Villa Colonnella e favorire la visita del centro cittadino distribuendo alla biglietteria materiale promozionale e turistico. Tra i sedicimila visitatori tante le scolaresche, a dimostrazione del carattere didattico e culturale dell’esposizione, e tantissimi i visitatori provenienti dalle altre province marchigiane e da fuori Regione, tra cui Milano, Bologna, Imola, Terni e Rimini".

Nel dettaglio il parco è stato visitato da 7.800 persone nel mese di marzo, con il record di 2.230 persone il secondo giorno di apertura, il 2 marzo, e da 8.300 persone ad aprile. Tra l’altro, va considerato che l’esposizione è stata aperta prevalentemente solo nel weekend (nel periodo 2 marzo – 28 aprile) e che alcune giornate sono state funestate dal maltempo.  
Per Ancona il parco tematico, gestito in loco dal personale della cooperativa Artes, è stata una novità assoluta e a costo zero per il Comune di Ancona.

La visita al “mondo dei dinosauri” ha consentito lo svolgersi di un viaggio nel tempo alla  scoperta di cinquantasette animali preistorici a grandezza naturale, compresi enormi rettili quali il Tyrannosaurus Rex e il Diplodoco realizzati secondo criteri scientifici.
La “pratica dinosauri” è stata gestita dal settore Attività culturali – Turismo e dal dirigente Maurizio Agostinelli del settore Verde – Arredo urbano del Comune che aveva indicato quale sito ideale proprio l’area sottostante il belvedere di Posatora, in origine concepita esattamente in funzione di esposizioni similari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posatora: chiude il parco dei dinosauri, 16mila visite in due mesi

AnconaToday è in caricamento