Belvedere Ostrense: grande partecipazione per la cerimonia della Capsula del Tempo

Interrato nella piazza principale del centro storico il contenitore in cui sono stati raccolti e conservati gli oggetti, le idee e le informazioni destinate ad essere ritrovate tra cinquant'anni

I belvederesi hanno lasciato la loro testimonianza ai posteri. E' stata interrata domenica, nella piazza principale del centro storico, la Capsula del Tempo, un contenitore in cui sono stati raccolti e conservati gli oggetti, le idee e le informazioni destinate ad essere ritrovate tra cinquant'anni.
La cerimonia ha avuto inizio alle 10 in piazza Martiri Patrioti con la Banda Musicale che ha intonato l'Inno di Mameli. A salutare i tantissimi cittadini, le famiglie e i bambini intervenuti è stato il sindaco Riccardo Piccioni, che ha ricordato il senso dell'iniziativa.
Lo stesso primo cittadino ha inserito nella Capsula del Tempo un videomessaggio inedito (che ovviamente potrà essere visionato solo tra cinquant'anni alla riapertura della capsula) anticipando alcuni contenuti ai suoi concittadini.

“Ho sottolineato la necessità di preservare i comuni come enti primari, le istituzioni prime vicine ai cittadini -ha detto il prof. Riccardo Piccioni- ho raccontato anche della difficile crisi economica che ci sta attanagliando e anche del grande senso di comunità che, seppure nelle diversità, rende forti e uniti i belvederesi”.

A chiudere i propri messaggi nella Capsula del Tempo sono stati poi i bambini delle scuole materne, elementari e medie, che hanno affidato ai futuri figli ricordi come disegni, in cui si immaginano grandi, ciascuno con un proprio mestiere, una famiglia e dei figli, oggetti del cuore, come anche una macchinina, e addirittura una banconota per ricordare gli Euro.

Le associazioni di categoria hanno raccolto videomessaggi, poesie e racconti che tramanderanno ai posteri le usanze e le tradizioni oggi in voga a Belvedere. Infine un'istantanea dell'evento è stata stampata e chiusa in tempo reale nella capsula. Raccolte tutte le testimonianze, dopo la benedizione del vice parroco don Andrea Baldoni, la Capsula del Tempo è stata interrata al centro della piazza con l'apposizione di una targa che ricorda l'anno 2014 e quello della riapertura, il 2064.

Per la prima volta un comune marchigiano certifica la Capsula del Tempo. L'evento infatti verrà trasmesso all'International Time Capsule Society presso la Oglethorpe University di Atlanta (USA), l'istituto che conserva il database di tutte le capsule del tempo presenti sul pianeta. Un evento che si ripeterà ogni dieci anni (per consentire a tutte le generazioni di partecipare) per cinque volte, fino all'apertura della Capsula del Tempo interrata domenica.
Tra applausi e un po' di commozione per chi sa di non poter essere presente al futuro evento per ragioni anagrafiche, il paese ha festeggiato con un mega brindisi in piazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento