Eventi Falconara Marittima

Castelferretti, i bambini cantano nel segno di Max Fanelli

Il Castello d'Oro rinasce dopo oltre 20 anni di oblio. Serata benefica in favore de I Compagni di Jeneba, la onlus del compianto Max Fanelli: «Se avessimo fermato la festa per il lutto Max si sarebbe arrabbiato»

«Quando si piange un amico è difficile cantare ed essere felice. Max avrebbe voluto cos e si sarebbe arrabbiato tanto se avessimo rinviato questo evento». Sono le parole commosse di Simone Mattei, amico e membro del direttivo de I Compagni di Jeneba, la onlus fondata da Max Fanelli, l'attivista per i diritti civili deceduto ieri vinto dalla Sla di cui  soffriva dal 2012. Parole pronunciate nel presentare il Castello d'Oro, rassegna canora, simil Zecchino, per baby cantanti che risorge a Castelferretti dopo oltre 20 anni di oblio. Nata nel 1967, la manifestazione è stata portata avanti fino al 1994. Poi più niente. Finché quest'anno Mattei e Acli di Castelferretti non hanno unito gli sforzi e messo insieme 13 bambini più 10 adulti che presero parte alle primissime manifestazioni. In un passaggio del testimone (o del microfono, in questo caso) ideale tra la più grande – una 60enne castelfrettese – e la più giovane: la piccola Nicole di appena 3 anni e mezzo. Il sogno nel cassetto? Arrivare alla prossima edizione, quella del 50esimo anniversario dalla prime edizione, con un libro fotografico.

«L'idea nacque in parrocchia da don Franco, allora parroco – racconta Emiliano Cionna dell'Acli – e si teneva un vero e proprio premio al ristorante da Faustino (dove oggi c'è la banca Unicredit di via Mauri, ndr). Ci siamo chiesti perché non riorganizzarlo ma da soli non ce l'avremmo fatta. Simone Mattei aveva avuto lo stesso pensiero. Quando lui e il presidente Acli, Francesco Gambella, si sono confrontati è nata subito la collaborazione». Un evento che, all'epoca, radunava tantissimi bambini. Basti pensare all'edizione del 1985, talmente partecipata da costringere gli organizzatori a prevedere una seconda serata per far spazio a tutti i piccoli artisti. Lo spettacolo si svolgerà sabato 23 luglio nel piazzale dell'oratorio della chiesa di Sant'Andrea a partire dalle 21. Saranno raccolte offerte da inviare in Sierra Leone e saranno trasmessi video delle opere messe in campo da Max Fanelli in quella terra difficile. Tra le immagini anche i bambini accolti nella scuola realizzata in questi anni di attività che canteranno una canzone, unendosi in questo modo al Castello d'Oro. «Per noi è un momento difficile ma parlando anche con la moglie di Massimo, che sarà presente sabato, ci siamo detti che lo spettacolo si sarebbe dovuto fare assolutamente» conclude Mattei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelferretti, i bambini cantano nel segno di Max Fanelli

AnconaToday è in caricamento