Carifac’Arte conquista la Fiera Paperworld di Francoforte

I nostri maestri cartai, Sandro Tiberi e Gilvana Maria Da Silva, hanno catturato l’attenzione delle migliaia di visitatori che dal 25 gennaio scorso hanno affollato i padiglioni a Messe, zona fieristica della città tedesca

FABRIANO, 28 gennaio 2020 – Carifac’Arte grande protagonista a Paperworld: fiera internazionale per articoli di cancelleria, forniture per ufficio e strumenti per la scrittura, conclusasi oggi, 28 gennaio, in Germania, precisamente a Francoforte.

I nostri maestri cartai, Sandro Tiberi e Gilvana Maria Da Silva, hanno catturato l’attenzione delle migliaia di visitatori che dal 25 gennaio scorso hanno affollato i padiglioni a Messe, zona fieristica della città tedesca. Alcuni numeri testimoniano l’importanza dell’avvenimento, che si svolge con cadenza annuale: oltre 1.600 espositori provenienti da circa 70 Paesi del mondo; oltre 35mila visitatori nella scorsa edizione provenienti da 140 nazioni. A raccontare l’Italia, fra gli altri espositori, lo stand di Carifac’Arte presente nel padiglione centrale 3.1 stand H80. Tutti i giorni produzioni dal vivo di fogli di carta e di pregiate Carte Filigranate realizzati a mano che hanno fatto dello spazio allestito all’interno della fiera di Francoforte, uno dei luoghi a più alta frequentazione di visitatori. A testimonianza di ciò, la decisione degli organizzatori della fiera di girare un video che hanno prontamente inserito nel loro sito ufficiale.

Considerando la risonanza mondiale dell’appuntamento tedesco, la partecipazione attiva di Carifac’Arte, società strumentale della Fondazione Carifac di Fabriano presieduta da Marco Ottaviani, ha rappresentato un volano importante sia a livello commerciale che turistico. Commerciale in quanto i vari espositori presenti hanno potuto apprezzare i prodotti e decidere di utilizzarli per completare la propria gamma. Turistico in quanto molti visitatori hanno chiesto informazioni su Fabriano e su come potersi cimentare nell’esperienza unica e irripetibile di creare un foglio e una filigrana a mano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La partecipazione alle Fiere internazionali è uno degli obiettivi che ci prefiggiamo per aumentare l’appeal del nostro territorio di riferimento», dichiara il presidente della Fondazione Carifac, Marco Ottaviani. «A Carifac’Arte ospitiamo spesso turisti stranieri e appassionati che vogliono apprendere l’arte della fabbricazione della carta e della filigrana a mano. È in pieno svolgimento la prima edizione del corso professionale teso a tramandare quest’antica tecnica che, con l’iter avviato della candidatura della Carta Filigranata per l’inserimento nell’elenco dei Beni Immateriali Unesco, potrà contribuire – se il responso, come crediamo e auspichiamo, sarà positivo – a dare un nuovo respiro, in diversi settori, a Fabriano», ha concluso Ottaviani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

  • Contagio in aula, allarme in una scuola dell'infanzia: scatta la quarantena per i bimbi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento