Mercoledì, 23 Giugno 2021
Eventi

Vivicittà, ad Ancona torna domenica 3 aprile la "corsa più grande del mondo"

La manifestazione è nata nel 1984 per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sui temi della vivibilità urbana, della solidarietà e della pace

Domenica 3 aprile, in 43 città italiane tra le quali Ancona, 18 nel mondo e in 26 istituti penitenziari torna Vivicittà,  un grande appuntamento podistico aperto a tutti che coinvolge ogni anno circa 70.000 cittadini, che  corrono in contemporanea. Nata nel 1984 per sensibilizzare istituzioni e opinione pubblica sui temi della vivibilità urbana, della solidarietà e della pace Vivicittà torna ogni anno a coinvolgere i cittadini unendo sport, solidarietà e diritti.

A presentare questa edizione 2016 oggi, in Comune, l'assessore allo Sport, Andrea Guidotti e il Presidente UISP Ancona, Giovanni Barone.  L'assessore ha ringraziato la UISP per quella che ha definito una vera impresa che l'associazione di sport “per tutti” mette in campo da molti anni a questa parte, insieme ad una pluralità di iniziative sportive e di aggregazione, sempre patrocinate dall'Amministrazione.    Gli iscritti potranno scegliere tra la manifestazione podistica a carattere agonistico (km.12) e la passeggiata ludico-motoria (e nordic walking) di km 4,5 oppure ancora a quella di km. 6 dedicata esclusivamente al nordic walking.  Le iscrizioni- ha sottolineato Barone sono possibili fino a venerdì per la agonistica e la mattina stessa prima della partenza per le altre, ma sarebbe meglio non ridursi all'ultimo momento.    La partenza è fissata in contemporanea in tutte le città alle 10,30.  con start in diretta su radio Rai.     Alla manifestazione dorica quest'anno partecipa anche l'associazione Parkinson Marche che invita chi soffre di questa malattia ad unirsi ai podisti perché i benefici del fare movimento sono innegabili.   A rendere possibile Vivicittà ad Ancona- come molte altre manifestazioni e a sostegno delle società sportive-  sono due sponsor: King's Sport e General Building che da anni sostengono iniziative di sport.

Quest’anno Vivicittà, che come al solito si correrà in decine di città in Italia e nel mondo, oltre che in diversi istituti penitenziari, e sarà dedicata al dramma dei migranti
In Siria si combatte da più di cinque anni. Un conflitto sanguinoso che ha causato centinaia di migliaia di morti e costretto circa sette milioni di persone a lasciare la propria casa. Il Libano è uno dei paesi che ha accolto il maggior numero di profughi siriani: circa un milione 779mila, di cui la metà bambini. Terre des Hommes, da 50 anni in prima linea per proteggere i bambini di tutto il mondo, dal 2006 è attiva anche in Libano dove ha promosso diversi progetti per assicurare a bambini e ragazzi, in larga parte profughi siriani e palestinesi, scuola, educazione informale, cure mediche e cibo. Ma non solo. “Uno dei nostri obiettivi è garantire ai bambini il diritto di giocare, a prescindere dalle condizioni in cui sono costretti a vivere

Grazie al contributo dei podisti che parteciperanno alla XXXIII edizione di “Vivicittà” Terre des Hommes potrà ristrutturare il campo di basket di Jdeide Fekehe, un piccolo villaggio nel nord della valle della Bekaa dove vivono circa tremila rifugiati siriani, tra cui un migliaio di bambini. Per loro, il vecchio e malconcio campo di basket della chiesa locale rappresenta il solo luogo dove giocare. Grazie all’Uisp verranno finanziati il rifacimento del campo e delle tribune. Inoltre, due educatori Uisp raggiungeranno il villaggio per svolgere corsi di animazione sportiva agli educatori locali e agli operatori di Terre des Hommes.

Tutto il materiale usato per le gare e il materiale grafico è ecocompatibile, nel pieno rispetto dell'ambiente.

Per Info e iscrizioni: UISP, Via Ruggeri 2/a-  tel. 071.2863844

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vivicittà, ad Ancona torna domenica 3 aprile la "corsa più grande del mondo"

AnconaToday è in caricamento