Valentino Rossi testimonial della solidarietà nella Vallesina

Occhiali da sole, magliette e cappelli. Sono questi i gadget del Dottor Rossi, messi all'asta dall'associazione "Il Battito che unisce", alle prese con una gara di solidarietà che ha coinvolto anche i commercianti della Vallesina

Uno dei gadget donati da Valentino Rossi, all'asta per beneficenza

Anche Valentino Rossi scende in pista per la gara di solidarietà lanciata da "Il Battito che Unisce", l'associazione di volontariato di Moie, impegnata dal 2008 nella raccolta fondi per la realizzazione di un collegio per bambini in Tanzania. 

“Perché sia davvero Natale" è questo il titolo dell'iniziativa che per dare una spinta decisiva alla raccolta fondi ha "reclutato" un  testimonial  d'eccezione, uno che di gare se ne intende, anzi un vero e proprio campione. Di qui l'ingaggio del Dottor Rossi che ha donato all'associazione alcuni gadget  originali ed esclusivi da mettere all'asta: magliette  autografate (prezzo base di 70 euro),  occhiali da sole marchiati Official Fan Club Valentino Rossi, introvabili e non in commercio  (prezzo base di 250 euro), il l cappellino Monster VR 46, indossato dal campione della Ducati in uno dei gran premi dell’ultima stagione (prezzo base 60 euro). Sono questi i gadget acquistabili on line sul sito www.subito.it fino al 31 dicembre.

Il ricavato delle vendite sarà destinato alla costruzione di una scuola presso la missione carmelitana di Chang'ombe, villaggio Mapinga, in Tanzania, "un progetto  che ci ha preso il cuore -  dichiara Maela Zenobi, Presidente dell'Associazione della vallesina - a cui stiamo lavorando da ben 4 anni con fatica e impegno. Con la realizzazione della scuola-alloggio, in grado di accogliere e ospitare i bambini, oltre che di educarli ed istruirli,  puntiamo a realizzare un sogno per molti bambini in terra d'Africa".

A sposare la causa dei piccoli "angeli neri" di Tanzania, oltre al Dottor Rossi, anche molti commercianti della Vallesina che hanno deciso di condividere con l'associazione parte degli incassi dello shopping natalizio: il 10 per cento dell’importo di tutti i pacchetti  natalizi verranno infatti devoluti alla raccolta fondi. Nel pacco regalo i negozianti non mancheranno di inserire un depliant per illustrare ai clienti  l'iniziativa di beneficenza a cui loro stessi hanno contribuito. Tra i negozi della vallesina che hanno aderito all'iniziativa la parafarmacia “Gocce di salute” presso il Centro commerciale L’Oceano di Castelplanio, il “Maxi Coal” di Moie,  la Cantina “Mancini”, l'IperSimply market del Centro commerciale L’Arcobaleno di Jesi e “Computer world”  di Jesi.

Ma le iniziative dell'associazione "Il Battito che unisce" non finiscono qui. "Si tratta di un progetto ambizioso che richiede uno sforzo economico non indifferente - ha dichiarato la presidente Maela Zenobi - Di qui i nostri appelli d'aiuto a numerosi esponenti del mondo economico e dello sport locale". Il più veloce non poteva che essere lui, il campione della moto GP che in tempo record ha risposto all'appello ed è sceso in pista offrendo i suoi gadget all'asta.  

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile frontale tra due auto, tragedia al tramonto: un morto e un ferito grave

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Tragedia in casa, trovato morto un papà di 44 anni

  • Tragico investimento in via Conca, l'uomo è morto in ospedale

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Ucciso da un'auto davanti all'ospedale, Giuseppe era andato a trovare la moglie

Torna su
AnconaToday è in caricamento