Eventi

Festa dell'Albero: Offagna festeggia i nuovi nati con 21 querce

Per la "Festa dell'Albero", il piccolo borgo medioevale pianta 21 querce, dedicandole agli ultimi offagnesi del 2011. Protagonisti dell'iniziativa gli alunni delle scuole medie ed elementari

Un'immagine della Festa dell'Albero ad Offagna

 

Via libri e quaderni, oggi la scuola ad Offagna esce dalle quattro mura per una lezione speciale, all'aria aperta, su come si pianta e come crese un albero. L'occasione è l'ormai tradizionale "Festa dell'Albero", organizzata dal Comune del borgo medioevale.
Protagonisti della Festa, oltre agli alberi,  gli studenti della scuola primaria e secondaria “Giovanni XXIII” dell’Istituto comprensivo “Caio Giulio Cesare” di Osimo che hanno assistito alla piantumazione di ben 21 querce marine  in via Martin Luther King.
 
“Oggi i bambini non hanno idea di come si pianta e cresce un albero. Obiettivo dell'iniziativa – ha spiegato il sindaco  di Offagna, Stefano Gatto- è infatti far conoscere e divulgare ai nostri giovani tutte le informazioni collegate agli alberi. Una pianta è come una persona e in quanto tale va curata, un bene prezioso per l'ambiente, ma anche per la comunità”.
“Abbiamo deciso di interrare le querce marine –ha aggiunto Salvatore Moffa, responsabile del Servizio Verde pubblico del Comune di Offagna- perché tra gli alberi sono  i più forti e resistenti nel tempo. Si tratta di un omaggio rivolto ai nostri giovani grazie alla legge 13/90 della Regione Marche ed attraverso i vivai dell’Assam”.
 
 
Delle 21 nuove  piante,  undici sono state dedicate, infatti agli ultimi offagnesi nati nel 2011. A testimoniare il legame dei nuovi nati con le nuove piante  delle apposite targhette allacciate al tronco. “Si tratta di una bella e piacevole iniziativa  per noi giovani che abbiamo l’opportunità di conoscere meglio gli alberi  e di sentirci parte attiva  della natura - ha dichiarato il sindaco dei ragazzi del Comune di Offagna, Matteo Scansani - ma una bella iniziativa anche per questi nostri piccoli concittadini che potranno crescere insieme a questi alberi e vedere in loro il ricordo della loro nascita".
 
Oltre che all'ambiente, l'iniziativa strizza l'occhio al turismo. Parola dell'assessore al Turismo, Alessandro Desideri che ha sottolineato l'intenzione del piccolo borgo di investire ancora sul verde:  “il nostro paese, pur facendo parte del Club I Borghi più belli d’Italia, deve continuare a migliorare su vari aspetti, come, tra gli altri, quello del verde pubblico che permette di svolgere vari sport tipo il Nordic-walking, per il quale nel prossimo mese di maggio inaugureremo, ad Offagna, un adeguato impianto con un percorso ciclo-pedonale, a seguito di un protocollo d’intesa firmato di recente con la Regione Marche e l’Associazione della Riviera del Conero”.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dell'Albero: Offagna festeggia i nuovi nati con 21 querce

AnconaToday è in caricamento