Giovedì, 17 Giugno 2021
Economia

Export: l’Unioncamere Marche apre “Una porta sul Bosforo”

Avviate le attività di 21 partenariati misti Europa-Turchia. L'Unioncamere Marche sarà uno dei cinque enti camerali italiani a partecipare al programma europeo di partenariato con le Camere di commercio turche

Il Presidente di Unioncamere Marche, Adriano Federici

Una porta sul Bosforo. L’Unioncamere Marche sarà uno dei cinque enti camerali italiani a partecipare al programma europeo di partenariato con le Camere di commercio turche. Il progetto ETCF ed i relativi partenariati sono cofinanziati dall’Ue con l’auspicio di migliorare il dialogo all’interno della società civile in Turchia e nell’Unione Europea e contribuire a portare una nuova dinamica di relazioni economiche UE-Turchia.

 “I vari partenariati” sostiene il Presidente di Unioncamere Marche, Adriano Federici “mirano allo sviluppo della fornitura di servizi alle Camere turche e all’accrescimento della conoscenza e della integrazione  tra le comunità economiche europee e turche. Le azioni di partenariato variano dall’attività tradizionale di accrescimento dei servizi, al sostegno alla formazione professionale, alla politica ambientale, al commercio e all’internazionalizzazione delle imprese, all’agricoltura e all’innovazione. Il partenariato con i turchi dovrebbe favorire anche l’intensificarsi degli scambi commerciali tra le imprese marchigiane e quelle turche, che sono diminuiti nei primi nove mesi del 2012, con le importazioni passate da 94,3 a 93,9 milioni di euro e le esportazioni scese da 178,2 a 160,2 milioni di euro.”

Le imprese marchigiane esportano in Turchia soprattutto prodotti meccanici (38,4 milioni si euro), prodotti in metallo (35,1 mln) apparecchi elettrici (26,1 mln), ma anche prodotti del sistema moda (16,6) e della chimica (16,5).

I 21 partenariati approvati e finanziati dal programma ETCF II, coinvolgono in totale 70 Camere di Commercio, 39 turche, 30 dell'Ue ed una croata. Le 30 europee sono rappresentative di 10 nazioni dell’Unione europea, compresa l’Italia che vanta la partecipazione di 5 Enti camerali tra i quali Unioncamere Marche, partner del progetto BRIDGE.

Nei giorni scorsi si è svolto a Istanbul il meeting del progetto BRIDGE presso la sede dell’Associazione delle Camere Marittime turche. “È stato un importante momento” afferma il Segretario Generale di Unioncamere Marche, Maurizio Di Genova “di conoscenza e di confronto dialettico tra i vari partner di progetto (turchi, italiani, belgi, croati e finlandesi) per definire la ripartizione delle attività da implementare entro dicembre 2012. Le attività prevedono momenti di formazione e di trasferimento di conoscenze e di buone pratiche alla Camere turche che potranno così essere meglio attrezzate in vista dell’adesione all’Unione europea. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di una visita di studio nelle Marche nella prima settimana di aprile. Sarà una full immersion di tre giorni per i due funzionari camerali turchi che avranno l’opportunità di conoscere dal vivo come sono strutturate, come lavorano e quali servizi erogano le Camere di Commercio marchigiane, ma sarà anche l’occasione per far conoscere il sistema economico marchigiano e favorire momenti di incontro con interlocutori della filiera produttiva legata alla Blue economy.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Export: l’Unioncamere Marche apre “Una porta sul Bosforo”

AnconaToday è in caricamento