Economia

Coldiretti: boom del cibo marchigiano tra gli sceicchi, triplica l'export

Negli Emirati Arabi Uniti l'export di prodotti agroalimentari marchigiani è quasi triplicato nel giro di un anno, passando da 19,7 milioni del 2011 ai 49,6 milioni di euro del 2012

Negli Emirati Arabi Uniti l’export di prodotti agroalimentari marchigiani è quasi triplicato nel giro di un anno, passando da 19,7 milioni del 2011 ai 49,6 milioni di euro del 2012.
È quanto afferma la Coldiretti nel commentare la notizia della visita nella nostra regione di una delegazione di dodici aziende emiratine, nell’ambito degli “Uae Days nelle Marche”', il format creato all'interno di Marche Endurance Lifestyle.
Un boom, quello fatto registrare tra gli stati petroliferi, che sta trainando gli acquisti di cibo marchigiano nell’intero continente asiatico, passati da 42 milioni di euro a 84 milioni.

“E’ questa la dimostrazione che dinanzi alla globalizzazione ci salveremo solo ancorandoci a quei prodotti e a quel saper fare che sono espressione diretta della nostra identità e del nostro territorio – sottolinea il presidente della Coldiretti Marche, Giannalberto Luzi -. I fatti hanno dimostrato che pensare di competere su produttività e costi di produzione significa perdere. Se invece aggiungiamo creatività, paesaggio, storia, tutto ciò che di bello e unico abbiamo in questo Paese, possiamo vincere e noi tutti questi valori li mettiamo nostri prodotti agroalimentari”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldiretti: boom del cibo marchigiano tra gli sceicchi, triplica l'export

AnconaToday è in caricamento