Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Sanità: 469 posti letto da tagliare, si punta all’accorpamento dei reparti

La scure dei tagli alla sanità si abbatte sulle Marche: nella nostra regione dovranno essere tagliati 469 posti letto. Nel mirino piccoli ospedali come Chiaravalle, Loreto e Sassoferrato

La scure dei tagli alla sanità si abbatte sulle Marche: nella nostra regione dovranno essere tagliati 469 posti letto, come comunicato ufficialmente nella giornata di ieri dall’assessore Almerino Mezzolani, dal direttore generale dell’Ausur e dal capo del Dipartimento Salute. Un quadro ben più rigoroso di quello uscito dalla prima riforma regionale approvata a luglio, che prevedeva il taglio di 159 posti letto.
Ma non basta: il Governo ha anche annunciato un’ulteriore “sforbiciata” dei trasferimenti statali per il 2013 da 160 milioni.

La parola d’ordine, dunque, è “accorpamento”, e quelli allo studio riguardano interi reparti su tutto il territorio (anche se non mancano i rischi di cancellazione diretta). Nel mirino i piccoli ospedali, per quanto riguarda la provincia di Ancona i sindacati sono preoccupati per Chiaravalle, Loreto e Sassoferrato, che saranno interessati da subito da riconversione parziale o totale dei reparti specialistici in reparti per la cura delle post-acuzie.

La Regione Marche punta anche sulla logica della “rete”, ovvero mantenere le specializzazioni a livello provinciale evitando reparti doppione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: 469 posti letto da tagliare, si punta all’accorpamento dei reparti

AnconaToday è in caricamento