Indesit: gli operai incrociano le braccia, è la volta degli scioperi a gatto selvaggio

A Melano e Albacina lo sciopero è di 30 minuti a blocco di lavoratori e viene articolato tra chi è nato in anni pari e chi in anni dispari per rallentare il ciclo produttivo

Continuano gli scioperi negli stabilimenti Indesit di Melano e Albacina (Ancona) dove i lavoratori sono mobilitati contro il piano di riordino che prevede 1.425 esuberi del gruppo nei siti di Fabriano, Comunanza e Caserta.

Dopo quelli articolati (per bloccare i vari reparti di produzione) ora è la volta degli scioperi a gatto selvaggio (ovvero con le varie sezioni della catena di montaggio che si fermano in tempi diversi ndr).

A Melano e Albacina lo sciopero è di 30 minuti a blocco di lavoratori e viene articolato tra chi è nato in anni pari e chi in anni dispari per rallentare il ciclo produttivo. Presidi permanenti ai cancelli rallentano la movimentazione delle merci. 

Secondo i sindacati, i lavoratori chiedono "una presa di posizione netta e chiara da parte della proprietà (la senatrice Maria Paola Merloni e l'ex presidente Andrea Merloni) che ad oggi non si è espressa in merito alla vicenda".

(fonte: ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

Torna su
AnconaToday è in caricamento