Falconara: l’Api riparte, presenti il ministro Zanonato e Gian Mario Spacca

La riapertura dopo un fermo durato sei mesi per la sua parziale riconversione a metano. Spacca: "Modello della collaborazione tra istituzioni, sindacati e azienda, da applicare alla Indesit e alle altre situazioni di crisi"

È ripartita questa mattina l'attività della raffineria Api di Falconara, dopo un fermo durato sei mesi per la sua parziale riconversione a metano. Alla cerimonia erano presenti anche il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca e il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato. Il ministro ha dichiarato: "Abbiamo ancora bisogno per un lunghissimo periodo del petrolio e quindi delle raffinerie e questo è un mercato che va difeso e protetto perché il rischio è, se perdiamo le raffinerie, di doverci andare a comprare la benzina e il petrolio negli altri Paesi'' definendo "importante l'investimento che è stato fatto qui, perché rende autonoma in parte l'Italia da questo fabbisogno''.

SPACCA. Secondo il governatore: “Quello che ha consentito la riapertura, peraltro con largo anticipo sui tempi previsti è "un modello necessario, il modello della collaborazione" tra istituzioni, sindacati e azienda, da applicare alla Indesit e alle altre situazioni di crisi. Un modello "che non cede alla rabbia e alla emotività - ha aggiunto - può essere utile per riprendere il lavoro".

CASAGRANDE. il commissario straordinario della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande ha dichiarato: “In un momento come questo, che vede il nostro territorio scosso da numerose crisi aziendali, la riapertura della raffineria rappresenta un evento particolarmente importante per la regione Marche e per la provincia di Ancona, ma soprattutto per i lavoratori dell'azienda. L'auspicio è che la ripresa dell'attività possa contribuire a fare rapida chiarezza sul futuro del sito, sia per ciò che concerne il ciclo della raffinazione sia per quanto riguarda lo sviluppo dei settori emergenti, a partire da quello delle energie rinnovabili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento