Raffineria, l'Ugl: «Ok gli investimenti ma quanto è stato speso per la sicurezza dei lavoratori»

Il sindacato del comparto energia chiede all'azienda di rendere partecipi i lavoratori per informazione, prevenzione e formazione

Gli "odori molesti" segnalati nelle ultime settimane e l'incontro previsto in Prefettura, hanno riacceso I riflettori su un problema che vede l'Api, il territorio e i cittadini falconaresi, gli attori principali di questo annoso problema. Per l'Ugl «il giusto connubio tra ambiente, economia e salute passa anche, se non principalmente, da coloro che vivono quotidianamente la raffineria, ossia I lavoratori. Nel comunicato diramato dall'Api, non abbiamo letto (o ci e' sfuggito), nessuna parola "o investimento" sul bene piu "prezioso" ossia il lavoratore».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Quanta informazione, formazione e prevenzione è stata data, fatta o s'intende fare? - si chiede il segretario provinciale Vincenzo Marino - Questo è il quesito che l'Ugl si pone. E' impensabile a nostro avviso, progettare senza investire sui lavoratori ed in questi concetti che dovrebbero rappresentare I pilastri fondanti della sicurezza (materiale e non), ecco perche in questo particolare momento, I lavoratori chiedono di essere partecipi alla loro crescita professionale e futuro lavorativo nonche' attori principali della crescita dell'Api».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

  • Coronavirus, è allerta nel Comune di Ancona: almeno 5 dipendenti in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento