Giovedì, 17 Giugno 2021
Economia

Lavoro, dati Istat: nella provincia di Ancona disoccupazione al 10,4%

L'Istat ha comunicato i risultati provinciali (e regionali) della rilevazione sulle forze di lavoro. I dati, che fanno riferimento alla media del 2014, mostrano come nella provincia di Ancona il tasso di disoccupazione sia inferiore alla media nazionale

Dopo anni di recessione economica, nel nostro Paese l'occupazione mostra segni di "risveglio". Nella media del 2014, la crescita degli occupati è stata dello 0,4% (pari a 88mila unità) a sintesi di un aumento nel Nord (+ 0.4%) e nel Centro (+ 1.8%). Il mezzogiorno invece ha registrato un calo dello 0.8%, pari a -45mila unità.

La crescita degli occupati in Italia ha interessato sia gli uomini (31mila nuove unità e +0.2%) sia, soprattutto le donne (+0.6% pari a 57mila unità). La provincia di Ancona si è confermata tra le più "virtuose"; in particolare, il tasso di occupazione è si attestato al 64.2%, con 106mila uomini occupati pari al 69.7%, e 91mila donne occupate, con un tasso pari al 58.6%.

Stando alle rilevazioni dello scorso anno, nel nostro Paese circa sette milioni di persone stavano cercando lavoro, per un tasso complessivo di disoccupazione pari al 12.7%, in aumento rispetto al 12.1% dell'anno precedente. Nella provincia di Ancona il tasso si attesta al 10.4%, leggermente superiore alla media regionale (10.1%). Tra le persone in cerca di occupazione, troviamo circa 10mila uomini (8.9%) e 12mila donne (12.1%) per un totale di quasi 23mila disoccupati.

Sempre nel 2014, nella provincia di Ancona le forze di lavoro (15-64 anni) sono 117mila per quanto riguarda gli uomini (76.7%) e 103mila per le donne, pari al (66.9%). Per quanto riguarda i settori specifici, solo in mille lavorano nell'ambito agricolo, mentre sono 58mila i lavoratori impiegati nel comparto industriale. Nei servizi, troviamo un totale di 137mila lavoratori, di cui 102mila dipendenti e 35mila indipendenti.

In base ai dati di fonte Istat sul mercato del lavoro, si rafforza la tendenza al miglioramento nelle Marche. “I dati Istat – dice il presidente della Regione, Gian Mario Spacca - disegnano per le Marche uno scenario di fiducia. Nella nostra regione, nel 2014, è cresciuto rispetto alla media dell’anno precedente il tasso di occupazione ed è diminuito quello di disoccupazione, in controtendenza, quest’ultimo, con l’andamento nazionale. Un risultato che ci pone nella testa di serie delle regioni italiane, con il quarto posto per minore disoccupazione tra quelle a statuto ordinario. La rilevazione Istat dice che la crisi non è superata, ma ci conforta contemporaneamente sulla bontà delle strategie a difesa del lavoro e dell’occupazione portate avanti dal governo regionale in questi difficilissimi anni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, dati Istat: nella provincia di Ancona disoccupazione al 10,4%

AnconaToday è in caricamento