Imprese: Univpm e Loccioni verso la fabbrica del futuro

Grace, con Univpm e Loccioni verso la fabbrica del futuro: un progetto europeo per migliorare l’efficienza dei processi produttivi e la qualità dei prodotti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Grace, il Progetto di Ricerca Europeo coordinato dall’Università Politecnica delle Marche (Dipartimento di Ingegneria industriale e scienze matematiche) in collaborazione con AEA - Gruppo Loccioni (Italia), Siemens (Germania), Whirlpool Europe (Italia), Sintef (Norvegia) e Istituto Politecnico di Braganca (Portogallo) sarà presente ad AUTOMATICA 2012 (padiglione B3 stand 529), una delle più importanti fiere internazionali dell’automazione e meccatronica, con l’obiettivo di presentare i risultati ottenuti in campo scientifico e tecnologico riguardanti il miglioramento dell’efficienza del proceso produttivo e della qualità dei prodotti.

GRACE (inteGration of pRocess and quAlity Control using multi-agEnt technology) è un progetto di ricerca co-finanziato nel Settimo Programma Quadro dalla Commissione Europea, sul tema “Nanoscienze, Nanotecnologie, Materiali e nuove Tecnologie di Produzione” (NMP) ed affronta le sfide dello sviluppo del settore manifatturiero avanzato.   Partito il 1 Luglio 2010, con una durata di 3 anni e un contributo della UE pari a 2.6 milioni di euro, attualmente è entrato nella sua fase di implementazione e validazione, durante la quale i risultati scientifici e tecnologici raggiunti verranno integrati in una linea di produzione di lavabiancheria, per dimostrare il miglioramento delle prestazioni di un sistema di produzione reale.

La maggior parte dei sistemi di controllo delle tradizionali imprese manifatturiere non sono progettati per esibire reattività, flessibilità, robustezza e riconfigurabilità che sono sempre più indispensabili ai moderni sistemi produttivi per stare al passo con le rapide evoluzioni e le complesse richieste del mercato.

L’approccio Grace fornisce una risposta a queste esigenze, sviluppando un sistema di controllo della linea di produzione modulare, intelligente e distribuito. L’obiettivo principale del progetto è infatti quello di concepire, studiare, implementare e validare un sistema Multi-Agente (MAS) collaborativo che operi a tutti gli stadi del processo produttivo. Il risultato globale è lo sviluppo di una piattaforma modulare, flessibile, adattativa e riconfigurabile per l’automazione a livello di fabbrica, che integri il controllo di processo con il controllo di qualità e che permetta un miglioramento delle performance del sistema produttivo nel suo complesso. Uno strumento fondamentale allo scopo è rappresentato dall’implementazione di meccanismi di auto-adattamento e self –learning sia per quanto riguarda i processi che i controlli di qualità in linea di produzione, in modo da reagire prontamente a modifiche pianificate o impreviste sia dei processi che dell’ambiente produttivo.

Il sistema Grace agisce al livello del Distributed Control System (DCS) e del Manufacturing Execution System (MES), implementando la condivisione di tutte le più importanti informazioni di processo all’interno dei due livelli e tra i livelli stessi. Il risultato è una gestione più efficiente delle risorse e una maggiore qualità globale del prodotto finito.
 
Il progetto è partito ufficialmente il 1 Luglio 2010 e, avendo una durata complessiva di 36 mesi, ha già superato metà del suo percorso. La parte finale del progetto si focalizza sulle attività di Implementazione e Validazione, durante la quale i risultati scientifici e tecnologici raggiunti durante la prima fase all’interno dei vari pacchi di lavoro verranno integrati in una linea di lavabiancheria, per dimostrare il miglioramento delle performance di un sistema di produzione reale.
 

Torna su
AnconaToday è in caricamento