Università: con Loccioni la formazione segna dodici GOL

Parte la prima edizione di Grow On Loccioni. Previsti per i 12 selezionati: tasse pagate, formazione, project work, stage, progetti di tesi e tutoraggio individuale

I 12 ragazzi del Progetto Gol

Il Gruppo Loccioni, con sede a Jesi, rappresenta una delle punte di diamante dell’innovazione marchigiana, ed ha sempre coltivato la vocazione della ricerca e crescita di nuovi talenti, nella convinzione che una generazione di giovani preparati è una ricchezza per il Paese, e che la piaga italiana della “fuga dei cervelli” si combatte con iniziative concrete.
I fatti gli hanno dato sempre ragione, il circolo virtuoso tra scuola e mondo del lavoro che ha saputo creare gli ha permesso fino ad ora di disporre di un team di lavoratori svegli come solo i giovani sanno essere ma anche motivati.

Non stupisce dunque il nuovo progetto di Loccioni, in collaborazione con la Facoltà di Economia “Giorgio Fuà”, primo in Italia nel suo genere: 12 ragazzi, fra i 303 iscritti della facoltà, avranno pagate tutte le tasse universitarie e ognuno di loro sarà affiancato da un tutor che li aiuterà ad orientare l’ ultimo anno di specializzazione, definendo gli step necessari per arricchire adeguatamente il curriculum ed indirizzare il futuro.
È il “Progetto GOL” (Grow On Loccioni), articolato in tre fasi:
La prima prevede incontri formativi (da dicembre a maggio), con responsabili dell’Impresa, consulenti e professionisti  su tematiche che vanno dall’organizzazione aziendale al design.  La seconda, il project work, li vedrà protagonisti in un caso reale, dove dovranno partecipare allo studio e allo sviluppo di una delle business unit dell’Impresa. Infine, come si è detto, la fase di tutoraggio individuale.
L’avventura avrà inizio venerdì 16 dicembre con una giornata formativa presso il Gruppo Loccioni, dove oltre ad alcuni responsabili del gruppo, interverranno formatori di rilievo.  

Progetto Gol-2 “L’employability dei laureati è da sempre l’asse portante delle nostre strategie”, ha spiegato il Magnifico Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Marco Pacetti. “È di grande rilievo anche per la sua replicabilità avviare un percorso privilegiato per  i migliori talenti, grazie all’affiancamento di un’impresa leader nel mondo, e non creare discontinuità tra il completamento degli studi e l’inserimento in ottime posizioni nel mondo del lavoro. Si conferma la strategia delle tre T: Talenti, Tecnologie, Territorio  che caratterizzano la stessa reputazione dell’Ateneo”.  
Per Enrico Loccioni Presidente del Gruppo Loccioni “Lo scopo più importante del mestiere di imprenditore è creare lavoro e, attraverso questo, offrire ai giovani la possibilità di sviluppare la propria identità personale e professionale. Mettere al centro dell'attenzione lavoro, mercato e persone significa vivere l'impresa  come bene comune e non solo come bene privato. Grow On Loccioni è un'occasione preziosa per portare avanti questa visione: la crescita dei talenti, sviluppo del modello d’impresa, arricchimento del territorio.”

I 12 della squadra Grow On Loccioni 2011-2012 sono Arcangeli Francesco, Bertini Alessandro, Camertoni Marco, Capodimonte Federica, Cerquetella Fabio, Cicconi Andrea, Et Tamimi Roberta, Forini Elena, Nardini Andrea, Pacini Andrea, Rossi Laura, Vagnoni Giacomo.
Il progetto sarà raccontato in tempo reale dai protagonisti, attraverso immagini, articoli e video sul portale people.loccioni.com.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare, mamma e papà ricoverati: bimbo di 5 anni resta completamente solo

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Contagi nelle Marche, trend in aumento: ad Ascoli si fanno più tamponi

  • Il Coronavirus blocca anche il paradiso: Italo, il "survivor" solitario che vive di pesca e cocco

  • Una passeggiata da 400 euro, primo pedone "fuori quartiere" multato dalla polizia

  • Aumenta la conta delle vittime, altri 57 decessi nelle Marche: è un record tristissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento