rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Economia

Pos obbligatorio ma i costi sono «troppo alti», Zucchini (Confartigianato): «Siamo stretti tra rincari, aumenti e balzelli di ogni tipo»

Si domanda il presidente del settore Benessere: «Se la moneta elettronica è come quella cartacea perché caricarci di costi?»

ANCONA - «Fare impresa sta diventando sempre più un atto eroico. Ogni giorno dobbiamo combattere contro costi che ormai stanno arrivando a situazioni non sopportabili. Basti pensare al caro energia». Daniele Zucchini presidente del settore Benessere di Confartigianato Marche.Daniele Zucchini-2

«Le nostre aziende - prosegue il Presidente Zucchini - sono sottoposte a balzelli di ogni tipo. Il  Pos per esempio ( dal 30 giugno sono entrate in vigore delle sanzioni per chi non consente i pagamenti con la moneta elettronica),   è un sistema al quale guardiamo con favore ma  per le  piccole imprese il costo  è troppo elevato. Le banche devono fare la loro parte perché il  peso delle commissioni ricade solo sugli artigiani. Serve dunque un impegno di governo e Istituti di credito nel rivedere l’impatto di questi oneri che appaiono ingiustificati». Poi si domanda: «Se la moneta elettronica è come quella cartacea perché caricarci di costi? Quello che serve per incentivare i pagamenti elettronici, non sono le multe, ma una netta riduzione delle commissioni e degli oneri a carico di consumatori ed imprese. Siamo favorevoli al pagamento elettronico ma occorre difendere la correttezza, combattendo abusivismo ed evasione. Dal lockdown in poi sono  proliferati nel nostro settore, rimarca il Presidente Daniele Zucchini, l’abusivismo ed il lavoro nero. Chiediamo che il Governo sia attento a salvaguardare le imprese oneste».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pos obbligatorio ma i costi sono «troppo alti», Zucchini (Confartigianato): «Siamo stretti tra rincari, aumenti e balzelli di ogni tipo»

AnconaToday è in caricamento