Lunedì, 21 Giugno 2021
Economia

Ecco il “Mattone Internazionale” che finanzia la sanità

Giornata informativa a Palazzo Leopardi, per presentare le opportunità di finanziamento Ue nel settore sanitario dedicate a Regioni e aziende con il progetto interregionale

Diffondere le attività e le opportunità inerenti il progetto “Mattone Internazionale” e approfondire i temi legati ai programmi di finanziamento dell’Unione europea per la sanità.  
Questo lo scopo della giornata informativa organizzata oggi in Regione, attraverso il convegno “L’Europa e il sostegno alla Salute. Opportunità e prospettive per lo sviluppo”.

Durante l’incontro sono state presentate le opportunità di finanziamento Ue nel settore sanitario dedicate a Regioni e aziende sanitarie.
Il progetto, coordinato dalla Regione Veneto – affiancata dalla Regione Toscana, con la regia del Ministero della Salute, nasce con un finanziamento di 1,5 milioni di euro da una delibera Cipe, per portare l’Europa nei sistemi sanitari delle Regioni italiane, nel quadro di una collaborazione con il sistema paese.
La Regione Marche è stata tra le prime ad aderire all’iniziativa, attraverso le strutture dell’Asur e l’autorità di gestione dei fondi europei. Il progetto, vero e proprio “mattone” tra Regioni e Europa, prevede un workshop operativo sulle opportunità di finanziamento europee il prossimo sei dicembre nella sede regionale di palazzo Leopardi.

“Quello approfondito oggi – ha detto l’assessore alle Politiche comunitarie Paolo Petrini – è un progetto utile per capire come il sistema sanitario possa beneficiare degli strumenti finanziaria europei. L’obiettivo è uniformare verso l’altro il livello qualitativo dei servizi resi ai cittadini, apprendendo anche esperienze dai territori maggiormente avanzati dal punto di vista tecnologico. In un periodo in cui la sicurezza sociale è in crisi, occorre ridare fiducia, soprattutto attraverso il pragmatismo che il rapporto con l’Europa può dare. Rapporto importante questo, soprattutto in un contesto di tagli di bilancio, che impongono sempre maggiore efficienza alle amministrazioni pubbliche. Confrontarci con gli altri aiuta a migliorare il proprio lavoro”.

Oltre all’assessore Petrini erano presenti l’assessore alla Formazione Marco Luchetti, i rappresentanti del Ministero della Salute, del Servizio sanitario della Regione Veneto, dell’Inrca e degli ospedali Riuniti di Ancona e della Regione Marche.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il “Mattone Internazionale” che finanzia la sanità

AnconaToday è in caricamento