Sabato, 31 Luglio 2021
Economia

Marche: mercato residenziale in difficoltà a fine 2019

Nel secondo semestre del 2019 il costo del mattone e quello delle locazioni hanno fatto registrare un trend negativo: -1% su entrambi i fronti

Il mercato residenziale delle Marche stenta a ripartire: come rivela l’ultimo Osservatorio di Immobiliare.it, nel secondo semestre del 2019 sia i prezzi delle case sia i canoni di locazione sono scesi dell’1%.

Concentrandosi sulle compravendite, Ascoli Piceno rispecchia perfettamente questo andamento: il trend semestrale parla di un -1,1%, che diventa un -3,1% se si considera il delta dicembre 2018-dicembre 2019. Per acquistare un trilocale di 70 mq ad Ascoli Piceno sono necessari circa 103 mila euro, a fronte di un costo medio al metro quadro di 1.485 euro. Tra giugno e dicembre 2019 hanno fatto peggio solo Ancona (-2,7%) e soprattutto Urbino, che ha perso ben il 4% pur rimanendo la seconda città più cara della regione con una richiesta media di 1.982 €/mq.

Comprare una casa costa di più solo a Pesaro (2.346 euro al mq, +4,8% in sei mesi). Segno più anche davanti ai prezzi di Fermo (4,1%) e Macerata, che registra un ottimo + 7% nel secondo semestre del 2019 pur rimanendo il capoluogo più economico della regione (1.276 euro al mq).

La situazione è più omogenea sul fronte delle locazioni, con quasi tutte le principali città che vedono scendere i canoni. Se Ascoli Piceno si limita a un -1,1%, a soffrire sono soprattutto Macerata e Urbino, che tra giugno e dicembre 2019 perdono rispettivamente il 4,2% e il 4,6%. Ancona e Fermo chiudono invece l’anno con variazioni vicine allo zero, mentre Pesaro si conferma la città più cara anche per chi cerca un immobile in affitto: la media è infatti di 8,07 €/mq, il 2,1% in più rispetto al primo semestre dell’anno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marche: mercato residenziale in difficoltà a fine 2019

AnconaToday è in caricamento