Liti pendenti, arriva la sanatoria. C’è tempo fino al 30/11

Nelle Marche sei mila cittadini potranno versare una somma parziale per porre fine ai vecchi contenziosi con l'Agenzia delle Entrate

Una buona occasione per “fare pace con il fisco”. L’Agenzia delle Entrate ricorda che entro il 30 novembre i contribuenti che hanno un contenzioso pendente non superiore ai 20 mila euro possono versare un importo ridotto, commisurato al valore della lite e al risultato del giudizio (minimo 150 euro, se la lite non supera i 2 mila euro di valore) e metterci finalmente una bella pietra sopra.
Nella Regione Marche sono ben 6mila le liti che potrebbero fruire della sanatoria. Il sito dell’ente fiscale fornisce ulteriori informazioni a riguardo, vediamo le principali:

Come versare

I versamenti devono essere effettuati in unica soluzione.
Gli importi da versare per la definizione delle liti fiscali pendenti sono rapportati al valore della lite, che si calcola in base all’importo delle tasse contestate in primo grado (escludendo gli interessi).

Quanto costa?

Le somme da versare, sempre secondo il sito,  sono  le seguenti:

    150 euro per la lite inferiore ai 2mila euro
    10% del valore della lite se l’ultima sentenza è stata favorevole al contribuente
    50% del valore della lite se l’ultima sentenza è stata favorevole all’Agenzia
    30% se non c’è stata ancora alcuna sentenza.

Per ciascuna lite fiscale deve essere effettuato un distinto versamento.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento