Martedì, 22 Giugno 2021
Economia

Camerano: un incontro pubblico per discutere sulla Tariffa Rifiuti

Il 23 Aprile 2013 ore 21.00, presso la Sala Convegni Comunale di Camerano in Piazza Umberto Matteucci, si svolgerà un incontro pubblico per discutere sulla “Tariffa Rifiuti”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

In data 23 Aprile 2013 ore 21.00, presso la Sala Convegni Comunale di Camerano (P.zza U. Matteucci), si svolgerà un incontro pubblico per discutere sulla “Tariffa Rifiuti”.

Come noto dal 2013 dovrebbe essere abrogata la tariffa integrata ambientale Tia2 che veniva applicata nel nostro Comune ed entrare in vigore due nuove tipologie di riscossione: la Tares (di natura tributaria ed ancora in discussione al Governo) e la tariffa puntuale sul servizio rifiuti (di natura corrispettiva). Ad entrambe è stata affiancata una maggiorazione, che non riguarda il servizio rifiuti e che andrà a sostituire l’erogazione di alcuni fondi statali.
Il Comune in linea a quanto fatto fino ad oggi, ha ritenuto di procedere all’individuazione di un metodo “puntuale” attraverso metodi di misurazione che intendono applicare in questa prima fase la commisurazione della tariffa in base alle richieste di servizio per il ritiro del rifiuto residuo non riciclabile.
L’obiettivo finale è quello di non aggiungere costi e razionalizzare il più possibile il servizio cercando di armonizzare la tariffa per una più equa distribuzione fra tutti gli utenti, oltre ovviamente ad incentivare ad un maggior recupero di risorse riciclabili, in quanto anche se a Camerano si è raggiunto nel 2012 il 70,12% di raccolta differenziata possiamo ancora migliorare notevolmente.
La nuova tariffa sarà divisa in una quota fissa e una quota variabile: la quota fissa verrà calcolata secondo le previsioni del DPR 158/1999 mentre la quota variabile verrà innovata inserendo la misurazione puntuale (kg/mc) il cui calcolo sarà differenziato in base alla tipologia di utenza, prevedendo una tariffa preventiva sulla scorta dello scorso anno da conguagliarsi in base al servizio richiesto.
La prima bolletta ad ogni modo corrisponderà ad un acconto sulla base della tariffa 2012 definita a conguaglio.
Per quanto sopra si comunica che dal mese di maggio non sarà più raccolto il residuo non riciclabile esposto in contenitori diversi da quelli dati in dotazione (sacchetti grigi semi-trasparenti e bidoni neri).

Nel dettaglio si procederà come segue:

RESIDUO NON RICICLABILE

Utenze domestiche

Le utenze singole riceveranno un numero inferiore di sacchetti semitrasparenti di colore grigio per un conferimento ipotizzato con frequenza ogni 15 gg., a cui corrisponderà una determinata produzione di rifiuto (kg/mc), lasciando ancora però invariata la raccolta settimanale del sabato, in modo che l’utente possa scegliere liberamente il sabato in cui esporre i rifiuti. Se i sacchetti risultassero insufficienti (cioè se l’utente avrà una produzione di rifiuti che richiede un servizio maggiore a quello quindicinale) l’utente dovrà richiedere obbligatoriamente ulteriori sacchetti (non potendone usare di altro tipo) a cui corrisponderà una maggiore richiesta di servizio e quindi la corrispondente quota in più della tariffa variabile. Tale maggiore costo sarà addebitato in sede di conguaglio annuale.
Anche per le utenze condominiali, in luogo degli attuali contenitori neri condivisi tra più unità abitative, si passerà all’utilizzo dei sacchetti semitrasparenti di colore grigio, con le stesse modalità descritte per le utenze singole (numero limitato di sacchetti per esposizione ogni 15 gg. da maggio a dicembre, addebito per maggior servizio eventualmente  richiesto), il contenitore nero sarà ritirato.
Per le utenze domestiche la consegna dei sacchetti sarà effettuata come lo scorso anno nei supermercati indicati nel buono che riceveranno a domicilio. Nel mese di maggio gli utenti domestici potranno ritirare la consueta fornitura annuale (giugno 2013-maggio 2014) di sacchetti per organico e per la plastica (utenti singoli) mentre per il residuo non riciclabile riceveranno una fornitura di sacchetti limitata al 31/12/2013. Entro la fine dell’anno sarà possibile ritirare la nuova fornitura dei sacchetti del residuo non riciclabile per l’intero anno 2014.
 

Utenze Non Domestiche

Per le utenze non domestiche la tariffa variabile viene determinata avendo riguardo alla volumetria di contenitori richiesta ed attualmente in uso, convertita in kg/mc.

Assessore Ambiente
Costantino Renato

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camerano: un incontro pubblico per discutere sulla Tariffa Rifiuti

AnconaToday è in caricamento