Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Quale futuro per Banca Marche? Sindacati, istituzioni e imprenditori a confronto

GIL CISL UIL Marche e i sindacati di categoria, in una nota congiunta, "ribadiscono le forti preoccupazioni non solo per il futuro occupazionale dei 3300 lavoratori del Gruppo, ma anche per il destino di interi territori"

Sabato 5 aprile alle 9.30 presso il Ridotto delle Muse ad Ancona si terrà un incontro e confronto pubblico sulle prospettive di Banca Marche. Saranno presenti il Presidente della Giunta Regionale Gianmario Spacca e i rappresentanti delle Associazioni imprenditoriali regionali, a partire dal presidente di Confindustria Nando Ottavi.

GIL CISL UIL  Marche e i sindacati di categoria, in una nota congiunta,  “ribadiscono le forti preoccupazioni non solo per il futuro occupazionale dei 3300 lavoratori del Gruppo bancario Banca Marche, distribuiti nelle regioni del centro Italia, ma anche per il destino di interi territori e la tenuta occupazionale nelle aziende legate a Banca Marche. Secondo i sindacati è necessario che tutti gli attori istituzionali, economici e sociali delle Marche pongano grande attenzione al futuro dell’Istituto dialogando con la gestione commissariale, e sottolineando la sua centralità per l’economia e per le prospettive di sviluppo e coesione del territorio regionale. A livello più generale è urgente una progettualità nuova che riporti il credito nell’ambito del dettato costituzionale, al servizio dei cittadini, rilanciandone il valore sociale ed economico”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quale futuro per Banca Marche? Sindacati, istituzioni e imprenditori a confronto

AnconaToday è in caricamento