Best: fumata nera all’incontro coi sindacati, annunciate nuove proteste

L'azienda ha ribadito la volontà di procedere alla mobilità per 125 addetti del suo stabilimento di Cerreto d'Esi, vicino a Fabriano. I sindacati hanno annunciato nuove iniziative di protesta

Si è concluso con un nulla di fatto nella tarda nottata di ieri l’incontro tenutosi nella sede di Confindustria di Ancona fra i sindacati e la rappresentanza della Best, azienda che produce cappe aspiranti.

La Best, di proprietà del gruppo statunitense Nortek, secondo quanto si apprende da fonti sindacali riprese dall’Agenzia Giornalistica Italiana, ha ribadito la volontà di procedere alla mobilità per 125 addetti del suo stabilimento di Cerreto d'Esi, vicino a Fabriano.

L’azienda punta di fatto al dimezzamento della produzione dell'unico sito italiano rimasto (nel novembre 2011 chiuse l'altra fabbrica di Montefano, nel maceratese). I sindacati hanno annunciato nuove iniziative di protesta contro la decisione dell'azienda.

Fonte: AGI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento