Imprese, incentivi per l'assunzione di giovani estese a tutto il 2019

Nelle Marche sono 41 mila, il 19,0% di coloro che hanno tra i 15 e i 29 anni

Buone notizie per le imprese:  estesi a tutto il 2019 gli incentivi per l’assunzione di neet  i giovani (tra i 15 e i 29 anni) che non lavorano e non frequentano alcun corso d'istruzione o formazione.

Un decreto direttoriale dell’ANPAL ( Agenzia Nazionale Politiche  Attive del Lavoro) ha prorogato a tutto il 2019 i termini per usufruire dell’incentivo Occupazione Neet, riservato alle assunzioni a tempo indeterminato o con apprendistato professionale di giovani che hanno aderito al programma Garanzia giovani e che hanno tra i 15 e i 29 anni di età. Oltre ad estendere la durate dell’incentivo, il decreto ha aumentato la dotazione finanziaria del progetto, con 160 milioni di euro a disposizione delle imprese.

Valutiamo positivamente – osserva Marco Pantaleoni, Responsabile Area Lavoro di Confartigianato Marche – tale provvedimento. Sulla base degli ultimi dati disponibili, nelle Marche i Neet, i giovani tra i 15 e i 29 anni che non lavorano e non frequentano alcun corso d'istruzione o formazione sono il 19,0% della corrispondente popolazione di riferimento, sintesi di una quota del 21,7% per le femmine e del 16,4% per i maschi. Al confronto con la media nazionale (24,1%), il dato complessivo della nostra regione è più basso di 5,1 punti percentuali: il gap sale a 5,9 punti percentuali per la componente maschile, mentre si attesta a 4,3 punti percentuali per quella femminile. Nonostante, come evidenziato, le quote nelle Marche sono inferiori alla media nazionale, in 10 anni – riprende Pantaleoni - l’incidenza dei Neet sulla corrispondente popolazione è salita nella nostra regione di ben 5,7 punti percentuali a fronte di una crescita in Italia di 4,9 punti.

Infine, teniamo in considerazione che il tasso di occupazione della popolazione che ha tra i 15 e i 29 di età nelle Marche si attesta al 34,5%, valore più alto della media nazionale (30,3%), ma inferiore a quello di 10 anni fa di 10,4 punti percentuali, mentre in Italia il gap è leggermente più contenuto e pari a 8,8 punti percentuali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento