Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia

Il mercato dell’auto nelle Marche: usato sempre positivo

Continua a splendere il mercato delle auto che, ad aprile, secondo i dati resi noti con la consueta puntualità dal Ministero di Infrastrutture e Trasporti, conta l’immatricolazione di 171.379 vetture, che corrispondono ad un aumento del 6,5% rispetto allo stesso mese del 2017. I volumi dei primi quattro mesi del 2018 ammontano a 745.945 unità, lo 0,2% in più rispetto ai volumi dello stesso periodo del 2017.

Tale successo si allarga a tutta la penisola, con particolare attenzione alla regione Marche dove il mercato sembra essere particolarmente vivace. Questo grazie, soprattutto, ai nuovi strumenti a disposizione degli utenti come i compro auto Ancona, grazie ai quali tutti i cittadini della provincia, ma anche dell’intera regione, possono vendere la propria auto usata nel giro di poche ore ed in maniera sicura e remunerativa. Spulciando tra i dati resi noti dalle varie agenzie del settore, emerge come le auto diesel stiano perdendo appeal tra gli italiani visto il calo di tendenza di quasi il 4%, pur continuando a rappresentare nel mese il 52,6% del mercato, valore tra i più bassi mai registrati, secondo solo a quello di dicembre 2014, quando la quota scese al 52,2%.

Nei primi quattro mesi del 2018 il mercato delle auto diesel è in calo del 2,8%, attestandosi al 54,5% di quota. Crescita importante, invece, per i modelli a benzina, aumentati ad aprile del 16% e attestati alla quota del 34,4%, la più alta degli ultimi 24 mesi; da inizio anno, le auto a benzina sono appena superiori ai livelli del 2017 (+0,8%). Più corpose, in termini percentuali, le performance delle vetture ad energia alternativa: le ibride crescono nel mese del 53%, le elettriche raddoppiano rispetto ad aprile 2017. Insieme, ibride ed elettriche rappresentano il 4,3% del mercato auto di aprile ed il 4% da inizio anno.

Le autovetture a GPL crescono del 10% rispetto ad aprile 2017, ma calano del 4% nel cumulato, mentre le autovetture alimentate a metano crescono più del doppio (+107%), arrivando al 2,4% di quota, il doppio rispetto all'1,2% di aprile 2017); nel cumulato le auto bifuel a metano crescono del 44%.

Per quanto riguarda le Marche, i passaggi di proprietà nelle Marche sono infatti cresciuti del +8,1%, raggiungendo 70.246 atti. Un dato che posiziona la regione al 12° posto in Italia, ma se si confrontano i dati con la popolazione residente (oltre 18 anni), con 547,3 passaggi netti ogni 10mila abitanti, le Marche passano al 19° posto.

I passaggi di proprietà aumentano in tutte le province ed ai primi posti per numerosità troviamo Ancona (22.661) e Macerata (15.887), seguite da Pesaro e Urbino (13.971), Ascoli Piceno (9.465) e Fermo (8.223). Ma rispetto alla popolazione residente, soltanto dalla maggiore età, la situazione è ben diversa: sul podio troviamo Macerata con 596,5 passaggi di proprietà ogni 10.000 abitanti. Seguono Ancona con 574, Fermo con 561,4, Ascoli Piceno con 537,3 e Pesaro e Urbino con 467,1.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mercato dell’auto nelle Marche: usato sempre positivo

AnconaToday è in caricamento