Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

Multiservizi-Estra: firmato l’atto di nascita di EDMA (Energia del Medio Adriatico)

"La nuova società - si legge nel comunicato stampa inviato da Multiservizi - ha tra le sue finalità la gestione delle reti di distribuzione del gas naturale, unico servizio di pubblica utilità da assegnare obbligatoriamente con gara"

Il presidente di Multiservizi, Ferdinando Avenali,  e l’amministratore delegato di Estra, Alessandro Piazzi, hanno firmato l’atto ufficiale di nascita della società EDMA (Energia del Medio Adriatico) costituita da Multiservizi  al 55% e al 45% dal partner toscano Estra.
Entrambe le società sono interamente a capitale pubblico:  46 i Comuni soci di Multiservizi, 99 quelli di Estra,  una delle prime aziende in Italia per la fornitura e distribuzione di gas naturale ed energia elettrica.  
Nella nuova società Multiservizi conferirà la partecipazione in Prometeo, primo operatore regionale per la vendita di energia, e il ramo di azienda della distribuzione gas naturale, attività svolta attualmente in quindici comuni della provincia di Ancona.  
Il  gruppo toscano vi porterà la propria rete di distribuzione e il pacchetto di clienti  che detiene in Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise oltre ad un supporto economico  di 10 milioni di euro.

“La nuova società – si legge nel comunicato stampa inviato da Multiservizi –  ha tra le sue finalità la gestione delle reti di distribuzione del gas naturale, unico servizio di pubblica utilità da assegnare obbligatoriamente con gara.  
La partecipazione alle gare che saranno indette  nel prossimo anno, richiede la disponibilità di risorse finanziarie notevoli per riscattare le reti gas dai precedenti gestori e realizzare gli investimenti nell’ambito di competenza.  Per questo Multiservizi e Estra, mettendo insieme le proprie risorse, hanno creato una holding dell’energia  che  ha dimensioni,  capacità economica e conoscenze tecniche per essere veramente competitiva.
In termini di cifre Edma, con sede ad Ancona, avrà un fatturato che si attesterà in 270 milioni, circa, e occupazione per oltre 120 persone”.

A guidare la società un consiglio di amministrazione  composto da Chiara Sciascia con funzioni di presidente, Moreno Clementi con funzioni di amministratore delegato, Fabio Cannari e Paolo Abati, consiglieri. Nel collegio dei revisori sono stati nominati Serena Berti, presidente, Marco Turillazzi e Fabio Nardella, sindaci revisori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multiservizi-Estra: firmato l’atto di nascita di EDMA (Energia del Medio Adriatico)

AnconaToday è in caricamento