Curare gli interni per vendere casa

Curare gli interni della propria casa, qualora si voglia mettere in vendita, è una delle prime cose a cui pensare. Ma attenzione a seguire troppo le ultime mode: si rischia di esagerare e di non incontrare i gusti dei potenziali acquirenti. Meglio mantenersi su una linea sobria e neutra che faccia percepire la casa come una tela bianca su cui ognuno può imprimere la sua personalità e il suo stile

Se è vero che per vendere più velocemente un immobile la qualità delle fotografie a corredo di un annuncio è molto importante, lo è altrettanto la preparazione degli interni sia in vista di uno shooting fotografico sia in vista dell’arrivo dei potenziali acquirenti che vorranno vedere la casa. Per chi sta pensando di vendere il suo immobile ad Ancona (link per cercare casa ad Ancona), ad esempio, sarà interessante scoprire che non sempre seguire le ultime mode in fatto di design può essere conveniente.

Per i colori delle pareti, per esempio, piuttosto che optare per le tonalità all’ultimo grido che impongono colori accesi e forti, sarebbe più opportuno mantenersi su toni chiari e neutri, seguendo un preciso schema in tutte le stanze, senza creare troppo distacco fra loro. Anche i pavimenti andrebbero mantenuti su toni neutri, meglio scegliere un parquet che si adatta a ogni tipo di mobilio.

Un altro aspetto da non sottovalutare è quello che riguarda mobili e accessori: meglio non eccedere con l’estro, che potrebbe non incontrare i gusti di tutti, e optare per un arredamento essenziale e semplice. La casa deve essere una tela immacolata su cui ognuno potrà sentirsi libero di imprimere il proprio tocco personale.

Una delle ultime mode, soprattutto nelle case di lusso, è quello di installare vasche da bagno in camera o realizzare in vetro le pareti dei bagni. Ebbene anche questo, in vista di una possibile vendita, è un trend da evitare: non tutti potrebbero avere piacere di fare il bagno o la doccia nel bel mezzo di una stanza da letto.

Infine, le camere più piccole andrebbero lasciate libere piuttosto che essere arredate, ad esempio, come stanze per gli hobby: in questo modo chiunque venga a vedere la casa sarà libero di immaginarsi lo spazio a seconda delle proprie esigenze, come una cameretta o come una palestra, per esempio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento