menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campagne, allarme Coldiretti Marche: “Crolla la produzione del grano, -30%”

Il calo più evidente si è registrato nella provincia di Pesaro Urbino, ma anche il resto del territorio marchigiano viaggia su percentuali nettamente inferiori rispetto al 2012, con punte in alcune zone del -40%

Mentre si stanno ormai concludendo le operazioni di trebbiatura, i primi dati sulla produzione di grano 2013 sono tutt’altro che incoraggianti, con un calo stimato del 30%, peggiore rispetto alle previsioni di un mese fa. L’analisi viene dalla Coldiretti Marche sulla base dei dati del Consorzio agrario dell’Adriatico e di un’indagine presso le imprese associate, che evidenziano un vero e proprio crollo produttivo, causato principalmente dagli effetti del maltempo primaverile.

Il calo più evidente si è registrato nella provincia di Pesaro Urbino, ma anche il resto del territorio marchigiano viaggia su percentuali nettamente inferiori rispetto al 2012, con punte in alcune zone del -40%.

Lo scorso anno la produzione di grano nelle Marche era stata di 6,7 milioni di quintali, di cui 6 milioni di frumento duro e 0,7 di tenero. Il raccolto 2013 rischia invece di attestarsi intorno ai 5 milioni di quintali. L’unica buona notizia è che, rispetto ai timori legati all’andamento meteo, le caratteristiche qualitative del prodotto sono complessivamente buone.

Il Consorzio agrario dell’Adriatico e la Coldiretti Marche le imprese cerealicole della regione hanno dato vita  a una  filiera di pasta “dal campo alla tavola”. Il grano prodotto sul territorio viene trasformato nel pastificio Ghigi a San Clemente, in provincia di Rimini. Da qui esce così pasta italiana al cento per cento, commercializzata anche nelle Botteghe di Campagna Amica. In vista della prossima campagna cerealicola il Consorzio sta già predisponendo i nuovi contratti di coltivazione che, oltre a garantire un prezzo capace di coprire i costi di produzione e assicurare un margine di guadagno alle aziende, conterrà diverse novità appetibili per i produttori della filiera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento