rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Economia

Edilizia e impianti, allarme Confartigianato: «Affossati dal decreto sostegni»

Per Confartigianato Marche il rischio chiusura di queste aziende è dietro l’angolo. L'allarme per le imprese del “ sistema casa” delle Marche

Il rischio chiusura è dietro l’angolo. E’ allarme per le imprese del “ sistema casa” delle Marche, aziende dell’edilizia e degli impianti: quasi  20.000 imprese, la maggior parte artigiane, con circa 40.000 addetti. Entra in vigore la misura introdotta dal decreto Sostegni ter approvato dal Consiglio dei ministri sui crediti d’imposta, dal Superbonus 110% a quelli edilizi. «La stretta sullo sconto in fattura e la cessione del credito contenuta nell’art. 28 del DL sostegni-ter,  ( che limita ad una sola cessione il trasferimento dei crediti fiscali) è solo l’ultimo e più lampante esempio di come si cerchi di affrontare un problema, quello delle frodi legate al meccanismo della cessione dei crediti, penalizzando però la stragrande maggioranza delle imprese che lavorano seriamente e cercano di pianificare le loro attività su basi certe» scrive in una nota Confartigianato Marche.

Per denunciare gli effetti e chiedere la modifica delle disposizioni introdotte con l’art. 28 del Dl Sostegni ter, Confartigianato organizza un summit delle imprese con i Parlamentari e i consiglieri marchigiani Mercoledì 2 febbraio ore 11.30. «Ancora una volta, invece di colpire i disonesti con misure mirate, si finisce per sparare nel mucchio con misure restrittive che danneggiano, senza ragione, tutti gli imprenditori- scrive Confartigianato- una norma che porterà ad una drastica frenata nella realizzazione dei lavori di riqualificazione ed efficientamento energetico degli immobili, penalizzando imprese, cittadini e famiglie».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia e impianti, allarme Confartigianato: «Affossati dal decreto sostegni»

AnconaToday è in caricamento