rotate-mobile
Martedì, 3 Ottobre 2023
Economia

Crisi: la tempesta perfetta per famiglie e cooperative Marche

L’intervento del presidente dell’Alleanza delle cooperative delle Marche, Gianfranco Alleruzzo, sulle pesanti conseguenze per il sistema cooperativo

«Prezzi dell’energia alle stelle, aumento del costo del danaro e delle materie prime, carenza di manodopera stanno mettendo in discussione la continuità aziendale nel sistema cooperativo, con il rischio di effetti drammatici sul lavoro dei soci e delle socie. Una tempesta perfetta che potrebbe determinare effetti devastanti sulla coesione sociale delle nostre comunità». Il presidente dell’Alleanza delle cooperative delle Marche, Gianfranco Alleruzzo, interviene sulle pesanti conseguenze della crisi che il sistema cooperativo sta affrontando.

In questi mesi, afferma Alleruzzo, «stiamo vivendo una realtà che si è trasformata in un brutto film dove situazioni critiche si susseguono senza sosta, una di seguito all’altra lungo un piano che appare sempre più inclinato. Fermare la rincorsa degli aumenti è oggi inevitabile e richiede un’azione collettiva, perché o si lavora assieme o si fallisce separatamente. Per questo è indispensabile che siano poste immediatamente in essere politiche di interventi che accompagnino verso l’uscita da questo uragano che si sta abbattendo sull’economia e sulla nostra società. Le ultime analisi sullo stato della cooperazione effettuato dall’Area Studi Legacoop evidenziano l’impatto della crisi sulle prospettive di crescita delle cooperative, che denunciano il rischio di chiusura o di pesante ridimensionamento delle loro attività. Un’allerta particolare riguarda le tendenze per l’occupazione: le previsioni di aumento calano di 5 punti rispetto alla rilevazione precedente, con aspettative di riduzione dell’occupazione, in particolare per le cooperative di consumatori, distribuzione, culturali e delle attività manifatturiere».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi: la tempesta perfetta per famiglie e cooperative Marche

AnconaToday è in caricamento