Tutela del mare: convenzione tra Regione e motopescherecci

Approvato schema di convenzione tra Regione Marche e la Cooperativa dei pescatori di Ancona, che prevede anche un sistema di monitoraggio e allertamento costiero per prevenire l'inquinamento da idrocarburi

Un sistema di monitoraggio e allertamento costiero per prevenire l’inquinamento da idrocarburi dispersi in mare: la sua implementazione è prevista dallo schema di convenzione, approvato dalla Giunta, tra la Regione Marche e la Cooperativa pescatori motopescherecci di Ancona.

“Solo attraverso azioni di previsione e prevenzione è possibile tutelare il mare e garantire quell’elevata ‘qualità della vita’ che merita la collettività marchigiana”, afferma l’assessore alla Difesa della costa, Paolo Eusebi.

Per attuare una politica di rispetto e tutela del mare efficace, aggiunge l’assessore, non si può prescindere dalla promozione di convergenze di intenti con quelle categorie che hanno nel mare la loro fonte primaria di sostentamento e quindi il massimo interesse a garantire la sua tutela e sicurezza. “E’ pertanto strategico attuare rapporti di collaborazione e sinergie operative fra enti pubblici ed istituzioni che si relazionano con il mare - quali concessionari di spiaggia, pescatori, società di navigazione, cantieristica e comunità locali - per la realizzazione di un sistema integrato di monitoraggio e allertamento costiero in grado di perseguire gli obiettivi di previsione e prevenzione dei rischi” conclude Eusebi.

Tra le azioni che verranno messe in atto dalla convenzione, quella di favorire la diffusione di una cultura di tutela e rispetto del mare; valutare congiuntamente la possibilità che la categoria dei “Pescatori Professionisti” possa più efficacemente inserirsi nel sistema regionale di Protezione Civile soprattutto nell’ottica della tutela delle coste e sicurezza in mare; coinvolgere la Cooperativa nello sviluppo del sistema di monitoraggio e allertamento costiero della Regione finalizzato alla rilevazione di idrocarburi o sostanze nocive all’ambiente e alla salute.

Viene inoltre evidenziata la necessità di collaborare in studi e ricerche e nella sperimentazione di innovazioni di carattere tecnologico per ridurre il rischio di inquinamento.

Per l’attuazione della iniziative e dei progetti, Regione e Cooperativa Pescatori di Ancona si impegnano reciprocamente a dare disponibilità di competenze, personale ed attrezzature.

La collaborazione sperimentata su Ancona, al raggiungimento di esito favorevole, verrà estesa alle flotte pescherecce di Fano, Civitanova Marche, San Benedetto del Tronto.     
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento