Economia Porto

Porto: il Comune chiede al Governo di non dirottare i fondi

Il sindaco ha inviato alla Commissione Finanze della Camera la mozione approvata all'unanimità dal Consiglio comunale per scongiurare il dirottamento dei fondi statali destinati ad Ancona ad altri porti italiani

Il sindaco Fiorello Gramillano ha inviato alla Commissione Finanze della Camera dei Deputati la mozione approvata all’unanimità nel corso della scorsa seduta di Consiglio comunale per scongiurare il dirottamento dei fondi statali destinati all’Autorità portuale di Ancona ad altri porti italiani.

Si tratta di fondi ingenti - circa 40 milioni già stanziati da anni e destinati alla realizzazione delle opere infrastrutturali del porto dorico, di cui 7 milioni per l’escavo dei fondali – che rischiano di venire rastrellati dal decreto legge sulla crescita del Paese e destinati a opere infrastrutturali di altri scali.


“Non possiamo perdere questo finanziamento – ha affermato il sindaco – assolutamente vitale per lo sviluppo del porto, specie nell’attuale momento di crisi  del nostro scalo. Pertanto in queste ore sto lavorando per far sì che si modifichi la misura del Governo, dando attuazione a quanto l’intero Consiglio comunale ha indicato”.
Il sindaco ha coinvolto tutti i parlamentari marchigiani di ogni schieramento, chiedendo loro di “farsi parte attiva affinché presentino emendamenti tesi a scongiurare il dirottamento dei fondi stanziati”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto: il Comune chiede al Governo di non dirottare i fondi

AnconaToday è in caricamento