Portonovo, la Confcommercio: “Intervenire subito ed evitare il caos-spiaggia”

Confcommercio Imprese per l'Italia lancia l'allarme sulla questione di Portonovo che rischia di slittare nuovamente a ridosso della stagione balneare e di portare disservizi agli operatori e ai fruitori della baia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Gli interventi a tutela di Portonovo non possono più attendere, per cui Comune di Ancona e Regione Marche si mettano in sinergia per risolvere le problematiche della baia. Confcommercio Imprese per l'Italia Provincia di Ancona lancia l'allarme sulla questione di Portonovo che rischia di slittare nuovamente a ridosso dell'avvio della stagione balneare e di portare una serie di gravi disservizi agli operatori economici e ai fruitori della baia.
Il rischio è quello di bissare il caos-spiaggia che l'anno scorso ha suscitato molte polemiche e altrettanti disagi alle strutture economiche e ai lavoratori di Portonovo sempre impegnati nell'offrire il miglior servizio possibile all'utenza.
È certamente positiva l'attenzione mostrata dalla Regione Marche che ha stanziato 120 mila euro per proteggere la costa di Portonovo, e per dare modo alla baia di essere pronta per la nuova stagione, così come è apprezzabile lo sforzo dei tecnici, attivati dall'ente regionale, per studiare un rimedio contro l'annoso problema dell'erosione ai danni dell'arenile.

Più preoccupante è invece il ritardo del Comune di Ancona che deve presentare una relazione tecnica utile a quantificare la portata dell'intervento da effettuare: "La macchina istituzionale deve muoversi con più celerità – attacca il direttore di Confcommercio Imprese per l'Italia Provincia di Ancona Massimiliano Polacco –, non è possibile che Portonovo rischi ancora una volta di dover vivere situazioni come quelle dell'anno scorso quando sono stati registrati dei disagi incredibili a causa dell'incuria con la quale è stata trattata, a livello di gestione pubblica comunale, la questione. Registriamo con favore la posizione su Portonovo della Regione Marche che ha stanziato soldi importanti ma è evidente che serve una capacità di collaborazione da parte del Comune di Ancona nel presentare i documenti necessari alla valutazione dell'intervento. Non si aspetti oltre altrimenti si ripeterebbero le problematiche dell'anno scorso e sarebbe inevitabile una protesta vibrata degli operatori che siamo pronti ad appoggiare in pieno. Già l'anno scorso abbiamo ripetuto più volte che Portonovo deve poter lavorare a pieno regime. Lo ripetiamo oggi. Portonovo deve poter lavorare senza avere bastoni tra le ruote per le lungaggini di un ente pubblico come il Comune di Ancona".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento