Cna rilancia "Creaimpresa": tre pilastri per sostenere gli imprenditori

Un'opportunità basata su consulenza, formazione e offerta. Il direttore Santini parla di sfida economica e culturale

Il direttore di Cna, Massimiliano Santini

I dati parlano chiaro. La pandemia si è portata via almeno 2.000 impresa, fra chiusure e mancate aperture, solo in provincia di Ancona. Un dato impressionante che certifica un trend negativo dell'economia marchigiana e della provincia che lasciano poco spazio all'interpretazione. Per questo l'associazione di categoria Cna, in controtendenza ed anche in segno di speranza, rilancia il progetto Creaimpresa attraverso il quale l'associazione sostiene i progetti di autoimprenditorialità del territorio. «Parlare oggi di nuove imprese è una sfida non solo economica e associativa, ma soprattutto culturale - spiega il direttore di Cna Territoriale di Ancona, Massimiliano Santini - Ci diciamo da anni che il mondo sta cambiando, che i nuovi imprenditori devono conoscere le nuove "regole" del mercato. Ora con la pandemia questa esigenza di mutamento e di evoluzione si è fatta impellente. Ecco perché rilanciare ora Creaimpresa. Se dovessimo guardare solo ai numeri, non ci sarebbe nessuna ragione per lanciare questo progetto, ma CNA non hai guardato solo alla statistica, bensì all'obiettivo finale che in questo caso è fare tutto per fermare il declino economico che stiamo attraversando».

Il progetto seguirà tre pilastri: la consulenza, la formazione e l'offerta. «Con la collaborazione con Informagiovani di Ancona - prosegue il comunicato - verrà attivato un sportello di informazione presso gli uffici di Informagiovani in Piazza Roma ad Ancona dove ci si potrà rivolgere per una prima consulenza, raccontare la propria idea di impresa e ricevere già le prime indicazioni. Sarà l'occasione quindi per prendere approfondire gli aspetti primari e prendere un appuntamento con un consulente Cna». Per quanto riguarda la formazione si prevede un percorso di quattro lezioni più due focus tecnici: «Un momento dedicato a chi sta aspettando il momento giusto per aprire la propria attività o chi l'ha aperta da poco e cerca di sopravvivere. Il professor Giovanni Lucarelli accompagnerà i neo e futuri imprenditori in un viaggio formativo digitale attraverso 4 tappe: l'idea creativa, la business innovation, il fallimento e il problem solving». Infine si parla di offerta di servizi dedicati alle nuove imprese: «Indispensabili per l'avvio della propria attività. Per coloro che apriranno la loro attività entro il 31/01/2021, potranno usufruire di specifici servizi di CNA ad un costo agevolato: sconto del 30% per tre anni sul servizio di contabilità, azzeramento dei costi di attivazione del software di Fatturazione Elettronica e partecipazione gratuita al corso di 18 ore per neo imprenditori». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

Torna su
AnconaToday è in caricamento