Economia Centro storico / Via Giacomo Leopardi

Addio Roma & Pace, se ne vanno 160 anni di storia della città

Il 1 agosto scorso ha cessato definitivamente la sua attività lo storio albergo del centro anconetano.Alle spalle si lascia 162 di anni di onorata attività e ricordi di ospiti illustri, da Visconti a Mussolini

Il 1 agosto scorso ha cessato definitivamente la sua attività lo storico albergo del centro anconetano Roma & Pace, in via Leopardi. Alle spalle si lascia 162 di anni di onorata gestione: i suoi tappeti calpestati da personaggi che hanno fatto la storia, da Josip Stalin a Luchino Visconti, passando per il Principe Umberto di Savoia. Addirittura, nella privacy delle sue eleganti camere, sono stati consumati alcuni momenti della storia d’amore tra Benito Mussolini e Angelica Balabanoff, pasionaria del socialismo ucraino.

L’amministratrice, Maria Luisa Papini, enumera sulle pagine del Messaggero le cause che hanno portato alla chiusura: un progressivo svuotamento del centro storico, l’isola pedonale di Corso Garibaldi, la chiusura della Fiera e lo spostamento della Stazione marittima (unito al calo dei passeggeri del Porto). Insomma di clienti non ce n’erano più, e quando i costi di gestione superano le entrate non c’è storia che tenga, i giochi sono fatti.
L’imprenditrice ricorda poi la crisi che sta colpendo duramente tutto il settore alberghiero dorico: prima del Roma & Pace hanno infatti chiuso i battenti anche il Giardino e lo Sporting.

Ora la struttura è in vendita, ma per il momento non sembrano esserci all’orizzonte acquirenti interessati a proseguirne la vocazione alberghiera, che forse diventerà un supermarket oppure ospiterà un’agenzia turistica.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Roma & Pace, se ne vanno 160 anni di storia della città

AnconaToday è in caricamento