Venerdì, 19 Luglio 2024
Economia

Assestamento di Bilancio 2023-2025, Ciccioli (Fdi): «Risposte e progetti concreti per lo sviluppo delle Marche»

Queste le dichiarazioni del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale, Carlo Ciccioli, relatore di maggioranza, della Pdl n. 224 a iniziativa della Giunta regionale approvata nella seduta odierna

ANCONA – “La manovra di Assestamento del bilancio di previsione del triennio 2023/2025 è stata predisposta in un contesto generale caratterizzato dal rallentamento dell’economia internazionale e nazionale che risente degli effetti derivanti della crisi energetica, dall’andamento dell’inflazione e dall’aumento generalizzato dei tassi di interesse, oltre alla guerra in Ucraina". Queste le dichiarazioni del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale, Carlo Ciccioli, relatore di maggioranza, della Pdl n. 224 a iniziativa della Giunta regionale approvata nella seduta odierna.

"A tutto ciò - prosegue Ciccioli - si sono aggiunte le conseguenze degli eventi meteorologici straordinari che anche quest’anno hanno colpito la regione Marche compromettendo la rete viaria e la dotazione infrastrutturale regionale e generando nuove ed ulteriori esigenze di intervento per fronteggiare le conseguenze sia in termini di sostegno alle popolazioni che alle attività economiche. Complessivamente con questa legge vengono apportate variazioni allo stato di previsione dell’entrata per euro 39.130.562,36 nel triennio. Da parte delle opposizioni, memori di quanto realizzato in oltre 15 anni dalla sinistra, ci si sofferma sulle ‘mancette” che in realtà sono contributi diretti per autorizzazioni di spesa al fine di realizzare interventi o completamenti di interventi già realizzati che, altrimenti, diversi Comuni marchigiani non potrebbero finire. Si indica il dito e non la luna. Perché, in realtà, molteplici sono gli interventi in sede di Assestamento che mostrano la visione strategica che, in modo flessibile, intendiamo continuare a perseguire. Vorrei citarne solo alcune".

Per quel che riguarda la missione Istruzione e diritto allo studio, oltre 6,4 milioni di euro per la ‘buona scuola’ e per il diritto allo studio; per la Tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali "oltre 6 milioni di euro; per la Politiche giovanili, sport e tempo libero: 3.408.708,34 milioni di euro; quasi 8 milioni di euro per il settore del Turismo; un milione di euro per contributi ai Comuni per la riqualificazione degli spazi pubblici dei territori interni periferici; Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente complessivamente oltre 9,5 milioni di euro; diritti sociali, politiche sociali e famiglia circa 6,7 milioni di euro. Ancora: 1 milione di euro per la realizzazione di un parcheggio a servizio dell'ospedale regionale di Torrette; 4.442.920,95 per il riordino del trasporto pubblico regionale e locale nelle Marche; 1.420.000 per un contributo straordinario al Comune di Numana per la manutenzione straordinaria e il dragaggio del Porto; 10.000.000 per un contributo straordinario alla Provincia di Fermo per il completamento della SP 204 Lungotenna; 12.200.000 per la realizzazione della bretella di collegamento Civitanova SS77-SS16; 1.500.000 per un contributo straordinario alla Provincia di Pesaro Urbino per manutenzione straordinaria viabilità Montefeltro - SP2 - Carpegna - Mercatino Conca; 1.620.000 per Trasferimenti ad ANAS per la manutenzione ordinaria delle strade; 945.400 per contributi ai comuni per investimenti in materia di sicurezza stradale; 1.310.000 per interventi su viadotti ponti e altre opere su strade regionali.  Per la Tutela della salute: 1.741.784 per la realizzazione del nuovo ospedale di Fermo; 9.500.000 per interventi per la sicurezza, l'efficientamento energetico e il miglioramento sismico delle strutture sanitarie e ospedaliere, anche in relazione alla realizzazione del nuovo ospedale di Pesaro; 2.820.000 per il finanziamento dei corsi professionali universitari, dei corsi di specializzazione e altri contributi". 

“Dal punto di vista dello Sviluppo economico e competitività - conclude Ciccioli - 1.562.762 per la tutela, lo sviluppo e la promozione dell’artigianato marchigiano; 4.447.432 per il sostegno alle attività produttive e al lavoro autonomo a seguito della Pandemia da Covid-19; 721.892 per la promozione degli investimenti, dell’innovazione e della trasformazione digitale del sistema imprenditoriale marchigiano. Ancora, Agricoltura, politiche agroalimentari e pesca: un milione per il Fondo per il sostegno alle imprese agricole regionali per fronteggiare le conseguenze degli eventi meteorologici verificatisi a partire dal giorno 15 settembre 2022; un milione per il progetto di contenimento Ungulati (i famigerati cinghiali) - Progetto di filiera delle carni di selvaggina controllata”, conclude Ciccioli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assestamento di Bilancio 2023-2025, Ciccioli (Fdi): «Risposte e progetti concreti per lo sviluppo delle Marche»
AnconaToday è in caricamento